Ventimiglia, migranti in mare raggiungono la Francia. La polizia ha sparato alcuni lacrimogeni

Ventimiglia – Momenti di tensione a Ventimiglia, dove alcuni migranti che si erano assiepati alla pinetina dei Balzi Rossi hanno forzato un cordone di polizia e hanno raggiunto gli scogli da dove si sono gettati in mare, raggiungendo lo spazio acqueo francese.

Dei circa 300 profughi che hanno sfondato il cordone di polizia italiana, una parte ha raggiunto la Francia nuotando e un’altra parte correndo oltre confine e sfondando il cordone di polizia francese, riversandosi sulle spiagge piene di turisti, attraverso l’Aurelia. La Police nationale e la polizia italiana hanno sparato lacrimogeni e schiumogeni ma la corsa dei migranti non si è fermata.

In seguito, un gruppo di migranti ha occupato una scogliera a Menton Garavan. I migranti, alcuni dei quali sono lievemente feriti, sono sorvegliati a vista dalla polizia francese. Uno dei profughi ha sventolato la maglietta bianca come a invocare una tregua.

Fonte Ansa