Un docufilm sull’ultimo giullare, Bugelli

FIVIZZANO – Sabato 8 aprile, dalle ore 21, presso il Museo di San Giovanni degli Agostiniani di Fivizzano, si svolgerà la prima edizione del Lunigiana Film Fest, concorso nazionale per cortometraggi.

Durante la serata verranno proiettati i sei cortometraggi finalisti che concorreranno per i premi miglior attrice, miglior attore e miglior corto assoluto. Il Lunigiana Film Fest nasce da un’idea dallo scrittore lunigianese Alberto Bonfilgli, che ne cura la direzione artistica, ed è stato subito ben accolto dall’amministrazione comunale e dai professionisti coinvolti. La giuria è presieduta dal dottor Vinicio Ceccarini, presidente del Premio Tatiana Pavlova ed è composta dall’attore Roberto Bocchi, dallo sceneggiatore Alessandro Logli, dal regista Francesco Tassara, dall’editore Franco Triolo e dal noto musicista e compositore Leonardo Rosi, già vincitore del David di Donatello per la migliore colonna sonora del film Anime Nere di Francesco Munzi e famoso per le collaborazioni con Zucchero e con altri numerosi artisti internazionali.

Per l’occasione Leonardo Rosi presenterà il trailer del suo documentario sul cantautore cantastorie lunigianese Bugelli, narratore canoro dalle antiche radici, che sarà presente alla cerimonia.

Il docufilm racconta la storia dell’ultimo Giullare della Lunigiana, del suo mondo intriso di garbati sentimenti, della magia, lo stupore e la meraviglia che ruota intorno a lui. Fotogramma dopo fotogramma, il film, fa emergere il ritratto di un artista che ha inseguito con passione il sogno di vivere per l’arte e la sua terra.

Madrina della serata sarà l’attrice e regista Antonella Grassia che presenterà il trailer del suo ultimo film “Forse.. sì lo voglio“.

Ecco i titoli dei cortometraggi in gara e i nomi dei registi finalisti: Amira di Luca Lepone, Buffet di Santa De Santis e Alessandro D’Ambrosi, Conosce qualcuno? di Daniel BondiDomani Smetto di Monica Dugo e Marcello Di Noto, Senza Occhi, Mani e Bocca di Paolo Budassi, Superfederico di Fabio Pompili, Supermenn di Rosario Bizzarro.

L’ingresso alla serata, condotta dalla giornalista Claudia Bertanza, è libero e gratuito.

fonte: Il Tirreno