Uladzimir Niakliaeu trattenuto in Bielorussia, ex candidato dell’opposizione alle elezioni presidenziali

Santarcagelo di Romagna

Uladzimir Niakliaeu, padre della direttrice artistica di Santarcangelo Festival Eva Neklyaeva, è stato fermato e trattenuto ieri notte dalle forze dell’ordine in Bielorussia. La detenzione preventiva è parte di un processo d’inasprimento esercitato dalle autorità per contrastare la crescente ondata di protesta della popolazione contro la dittatura. Niakliaeu è un noto attivista politico e poeta, tra i leader dell’opposizione. Durante gli ultimi giorni oltre 300 persone sono state trattenute e arrestate in Bielorussia, tra esse attivisti e giornalisti: nella giornata di oggi è prevista a Minsk una marcia di protesta organizzata dall’opposizione. Niakliaeu è stato fermato durante un viaggio di ritorno dalla Polonia, dove stava partecipando ad una discussione alla Camera dei Deputati sulla corrente situazione politica bielorussa. È stato bloccato sul treno dalla polizia non appena attraversata la frontiera. Niakliaeu è già stato arrestato nel 2010, anno in cui si candidò come leader dell’opposizione alle elezioni presidenziali. Amnesty International l’ha proclamato “prigioniero di coscienza”. È conosciuto per le sue campagne politiche e per la sua attività di poeta, vincitore del premio Kurt Tucholsky.

La figlia Eva Neklyaeva, direttrice artistica di Santarcagelo Festival dichiara: “La mia famiglia è estremamente preoccupata per mio padre, e per centinaia di altre persone che sono state assalite dalle autorità in Bielorussia, solo per aver tentato di esercitare un diritto inalienabile: esprimere il loro desiderio di cambiamento”.

La stampa internazionale sulla situazione in Bielorussia e sulla detenzione di Uladzimir Niakliaeu:

THE GUARDIAN https://www.theguardian.com/books/2017/mar/23/belarus-arrests-authors-publishers-and-journalists-minsk-literature-festival

RADIO FREE EUROPE https://www.rferl.org/a/belarus-opposition-parasite-tax-protest-nyaklyaeu/28389979.html