TEATRO FERDINANDO QUARTIERI – Bagnone Stagione 2018/2019

 

Riparte la stagione teatrale del Teatro Ferdinando Quartieri. Il Comune di Bagnone, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, il primo circuito multidisciplinare in Italia, offre quest’anno una doppia serie di appuntamenti a partire dal mese di dicembre. La programmazione istituzionale, con gli spettacoli delle ore 21.00, prevede 7 eventi (due dei quali saranno proposti anche in matinée per le scuole).

Novità: per gli universitari possessori della Carta dello Studente è riservato un prezzo speciale di 8 euro; le riduzioni per i giovani sono valide fino a 30 anni.
FTS “Aspettando i 30 anni”: per il suo trentennale (autunno 2019) Fondazione Toscana Spettacolo già nella stagione 2018-2019 propone iniziative rivolte al pubblico per offrire sempre nuove occasioni di vivere lo spettacolo dal vivo e di raccontare l’esperienza a teatro: Carta dello spettatore FTS, biglietto sospeso, biglietto futuro, buon compleanno a teatro, carta dello Studente della Toscana, diventa storyteller. Proposte per il pubblico di oggi e di domani, per una partecipazione ancora più inclusiva.

L’apertura, sabato 15 dicembre, spetta all’Ensemble di archi e fiati dell’Orchestra Regionale Toscana che, insieme al poliedrico attore Alessandro Riccio, porta in scena Ti racconto Don Giovanni, sulle musiche di Wolfang Amadeus Mozart. Il protagonista si trasforma nei personaggi della grande opera mozartiana, truccandosi in scena e vestendosi con sontuosi costumi, cambiando voce, corpo, personalità. Le situazioni da lui inscenate si alternano ai brani musicali eseguiti da dieci musicisti in un susseguirsi di momenti divertenti ed emozionanti. Uno spettacolo a cavallo tra musica classica e teatro, tra approccio serio e dissacrante.
Venerdì 11 gennaio andrà in scena Vieni su Marte uno spettacolo diretto e interpretato da Michele Altamura e Gabriele Paolocà. Emigrare su Marte per riempire un vuoto di senso grande come l’universo. Fuggire “altrove” per non occuparci del presente e distogliere lo sguardo da questa nostra esistenza. Si parte da queste riflessioni per comporre uno zibaldone di un’umanità desiderosa di cambiamento e affermazione.
Saranno invece Katia Beni e Anna Meacci le mattatrici di domenica 27 gennaio. THE BEST OF – un recital esilarante per una serata speciale è uno stupefacente condensato di estratti dei loro fortunati spettacoli, ricchi di dissacrante comicità. Uno show inedito ed originale che mette in luce tutto il talento di due artiste, veri e propri clown del palcoscenico, capaci di giocare con il pubblico e farlo divertire, coinvolgendo gli spettatori attraverso improvvisazioni, sketch di repertorio in assolo o in coppia.
Domenica 10 febbraio Ultimo Chisciotte sarà il protagonista di una nuova produzione tratta da Miguel de Cervantes, firmata Teatro del Carretto. Sancio, giovanissimo “servo di scena”, abbraccia i valori di Don Chisciotte, come un discepolo che ha imparato e amato una lezione di vita dal proprio maestro fino a farla sua. Il fascino e la dannazione di quell’uomo che si fa attore e personaggio per misurarsi con il polverio del palcoscenico, perduto tra la realtà rappresentata e quella autentica. Un inno alla rinascita dell’utopia.
Tropicana è il titolo della serata di sabato 23 febbraio. Una canzone che ha dominato le classifiche dell’estate 1983 passando alla storia come un inno alla leggerezza estiva. Sul suo andamento estremamente orecchiabile e ritmato s’innestava però la descrizione dell’apocalisse alla quale i presenti assistevano senza quasi rendersene conto, perché si sentivano “come dentro un film” e la televisione trasmetteva la pubblicità di una nota bibita, la Tropicana. Una riflessione che tocca temi come il rapporto tra l’arte e il mercato, l’identità dello spettatore e una società distratta dalla pubblicità interrogandosi sul vero significato della canzone e sul perché nessuno ha mai fatto caso al forte contrasto esistente tra musica e testo.
Venerdì 8 marzo sarà Gianluigi Tosto con Iliade di Omero, da lui stesso interpretato e diretto, a raccontare come i sentimenti non conoscano mezze misure. Sullo sfondo delle battaglie raccontate nel poema epico, lo spettacolo porta in primo piano i grandi sentimenti dei protagonisti, le loro virtù e le loro debolezze, le loro passioni e le loro sofferenze che, ancora oggi, dopo migliaia d’anni, toccano le corde spirituali di tutti noi. Una struttura netta, decisa, a tinte forti, della narrazione. L’ira di Achille, l’arroganza di Agamennone, lo slancio giovanile di Patroclo, l’eroismo di Ettore, il dolore di Priamo: tutto assume dimensioni epiche e un sapore ancestrale, quasi primitivo, dove ogni situazione esprime il sentimento nella sua totalità.
Antonello Fassari e Enrico Maria Falconi chiudono la stagione domenica 24 marzo con Che amarezza, un tentativo di indagare i motivi che rendono l’uomo contemporaneo così amareggiato. Come unica via di fuga per sfuggire ai dispiaceri della vita, si lascia allo spettatore quella di sorriderci su. Un viaggio personalissimo dal mito di Sisifo, forse primo esemplare maschio di amara condizione umana, fino alla nuova nomenclatura delle divinità dell’Olimpo (le multinazionali) e le nuove figure mitologiche (l’algoritmo), senza dimenticarsi di attraversare le più banali quotidianità che ci amareggiano l’esistenza. Ridendo delle nostre disgrazie e delle nostre prese di coscienza, l’unica possibilità che ci rimane è rifugiarci in quel mondo di finzione a cui appartiene Cesare, cintura nera di amarezza, ma portatore sano di una filosofia di vita degna del migliore discendente della stirpe di Sisifo.
Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21.00.

BIGLIETTERIA
Campagna abbonamenti fino a lunedì 10 dicembre
Abbonamento 7 spettacoli – intero € 70, ridotto € 60
Ingresso posto unico – intero € 15, ridotto € 13
Riduzioni
“Biglietto futuro” under 30, over 60, Associazione “Amici del Teatro”, Associazione “il dialogo”, possessori della Carta dello spettatore FTS (per i biglietti), possessori della Carta studente della Toscana (biglietti € 8 per gli studenti delle Università della Toscana).
Buon compleanno a teatro
Ingresso gratuito nel giorno del compleanno per gli under 30, dietro presentazione di un documento d’identità.

NOVITÀ 2018/2019 – RASSEGNA PER FAMIGLIE Un pomeriggio da favola
Tre spettacoli per bambini e bambine dai 3-4 anni in su, accompagnati dai “grandi” della famiglia, per trascorrere il pomeriggio tutti insieme fra teatro, danza, mimo, ombre, narrazioni e illusionismo. Si inizia domenica 9 dicembre con Cappuccetto Rosso di Zaches Teatro. Secondo appuntamento domenica 13 gennaio con Brutto Anatroccolo della Compagnia Simona Bucci e conclusione domenica 3 febbraio con Nemici Negat(t)i, una produzione Company Blu che racconta della nascita di un’insolita amicizia tra un gatto e un uccellino. Inizio spettacoli ore 16.30.

BIGLIETTERIA
Ingresso posto unico € 5

info e prenotazioni: 0187 427847, 339 8554227 (Federica), 368 410947 (Daniele) oppure info@comune.bagnone.ms.it
Per altre curiosità sugli spettacoli è possibile visitare il blog teatroquartieribagnone.wordpress.com e le pagine Facebook, Instagram e Twitter

Fondazione Toscana Spettacolo onlus
Tel. 055 219851 – fax 055 219853 – ufficiostampa@fts.toscana.it – www.fts.toscana.it