Tag Archives: la banalità del male

La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme di Hannah Arendt

«Per lei, che, con William Faulkner, crede che “il passato non è mai morto, anzi non è neppure passato”, la memoria non è un dovere, ma una necessità, un bisogno, qualcosa di indispensabile per poter giudicare.» Sabina Loriga, “Diario del Mese” gennaio 2003 Un libro scomodo che pone domande che non…