Tag Archives: gian maria volonté

Il 6 dicembre 1994 muore a Florina Gian Maria Volonté. L’uomo contro del cinema italiano

Il 6 dicembre del 1994 moriva in Grecia, sul set di Teo Angelopoulos, Gianmaria Voloné. Volto del cinema italiano d’impegno sociale e politico degli anni Settanta, protagonista di capolavori come “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”, “La classe operaia va in paradiso”, Sbatti il mostro in prima pagina”  tra i suoi…

Sotto il segno di Volonté. Dalle collezioni del Museo Nazionale del Cinema

TORINO – Sarà dedicato a Gian Maria Volonté – attore intramontabile, inquieto, ribelle e anticonformista – l’omaggio allestito nei nuovi spazi espositivi della Bibliomediateca Mario Gromo del Museo Nazionale del Cinema. La mostra SOTTO IL SEGNO DI VOLONTÉ – visitabile da mercoledì 17 maggio a venerdì 15 settembre 2017 – è…

Giuliano Montaldo: ho sempre voluto raccontare la mia sofferenza per l’intolleranza.

Roma – Abbiamo incontrato il regista Giuliano Montaldo, uno dei più grandi registi italiani viventi. Tra i suoi film più importanti ricordiamo Sacco e Vanzetti, L’Agnese va a morire, Giordano Bruno, Gli Inotoccabili, Marco Polo.  L’intervista di Daniele Ceccarini e Paola Settimini.  

Valerio Mastandrea: il cinema è un veicolo per raccontare le crisi del nostro tempo.

Catiglioncello – Abbiamo incontrato l’attore Valerio Mastandrea in occasione del Premio Lo Straniero durante il festival Inequilibrio che  la rivista omonima assegna ogni anno ad artisti, operatori, studiosi attivi nei più vari campi del lavoro culturale e dell’intervento sociale. Valerio Mastandrea ci ha parlato del ruolo del cinema nella società e della scuola d’arte cinematografica Gian…

Chi ha ucciso Pasolini? La Macchinazione di David Grieco

In tempi bui, di conformismo, di intellettuali a pagamento, arriva una perla inaspettata: La macchinazione, il film di David Grieco sulla tragica morte di Pierpaolo Pasolini. Un film difficile da realizzare in tutto, che fino all’ultimo ha rischiato di non essere distribuito. Le ragioni del controllo della censura sono tante….

Un ricordo del grande Francesco Rosi: Fare cinema significa contrarre un impegno morale con la propria coscienza e con lo spettatore

Ricordiamo ad un anno dalla morte, uno dei più grandi esponenti del cinema italiano, autore di numerosi capolavori indimenticabili, il regista e sceneggiatore napoletano Francesco Rosi morto all’età di 92 anni il 10 gennaio del 2015. Tra i suoi numerosi riconoscimenti ricordiamo il Leone d’oro vinto con il film Le mani sulla città,…