Segreti allo specchio. Fermi tutti: questa storia la conosco…

Firenze, 18 novembre 2016 – Il salone del parrucchiere è il regno del gossip: parlando del più e del meno, si raccontano spesso fatti personali. Ma se vi è sfuggito un pettegolezzo di troppo davanti allo specchio del vostro hair stylist, state attenti: qualcuno potrebbe averlo sentito e addirittura raccontato in un libro. Chi leggerà Segreti allo specchio (pp. 80, euro 9), appena uscito per i tipi dell’editore Mauro Pagliai, potrebbe trovarsi di fronte a storie già sentite, o addirittura pentirsi di aver messo in giro qualche voce di troppo. Il libro, il cui autore ha scelto per prudenza di restare anonimo, sarà presentato lunedì 21 novembre alle 17.00 alla libreria Ibs+Libraccio di Firenze (via de’ Cerretani, 16r). Saranno presenti Sofia Dilaghi e Lorenzo Franchi, che hanno collaborato alla stesura finale del testo, Laura Cioni, psicologa e psicoterapeuta, e Chiara Guarducci, drammaturga. I parrucchieri, i loro clienti abituali e tutti coloro che frequentano i saloni si trovano a custodire uno scrigno di rivelazioni, pettegolezzi e verità che “scottano”. Storie di amori e tradimenti che non dovrebbero lasciare le quattro mura della bottega del barbiere o dell’estetista. Il misterioso autore (o autrice?) di Segreti allo specchio, consapevole di violare una sorta di vincolo sacro, ha intrecciato vicende realmente accadute (o perlomeno raccontate!) con una storia di fantasia, mascherando i nomi dei protagonisti con quelli di Beautiful, non a caso la soap opera più famosa di tutti i tempi. Così Ridge è un giovane apprendista parrucchiere nel più prestigioso salone della città, Stephanie la mentore incaricata di spiegargli i segreti del mestiere, e intorno tutti i personaggi che passano loro accanto, compresi eccentrici esponenti dell’alta società fiorentina che danno vita a un irresistibile varietà in bilico tra realtà e fiction.

copSe c’è un luogo dove il gossip regna sovrano, quello è il salone del parrucchiere. Seduti davanti allo specchio, adagiati su una comoda poltrona, siamo pronti a raccontare all’hair stylist di turno (e agli altri avventori) storielle più o meno vere, piccoli e grandi segreti, fatti bizzarri o sconvolgenti e tutto ciò che fa parte dell’immenso regno del “sentito dire”. Qualcuno confessa peccati, qualcun altro svela simpatie e antipatie, molti confidano sogni, aspirazioni e desideri reconditi.
Così i parrucchieri, i loro clienti abituali e tutti coloro che frequentano i saloni si trovano a custodire uno scrigno di rivelazioni, pettegolezzi e verità che… non si possono raccontare. O forse si può, se si sceglie di mascherare i nomi, di cambiare i dettagli e, naturalmente, di restare anonimi. Come chi ha scritto questo libro, consapevole di violare una specie di vincolo sacro.
Accanto ai due protagonisti della saga cittadina narrata, scorrono le storie dei personaggi che passano loro accanto, che parlano del più e del meno tra una messa in piega e una permanente, che origliano fingendo di leggere una rivista. Mascherati dietro ai nomi della soap opera più famosa di tutti i tempi, i vari esponenti dell’alta società fiorentina danno vita in questo modo a un grande varietà di accadimenti in bilico tra realtà e fiction.
Queste storie vi divertiranno, ma attenzione: qualcosa potrebbe sembrarvi familiare…