Sciopero dei dipendenti Amazon di Piacenza nel giorno del Black friday

Amazon Italia Logistica Srl inaugura ufficialmente il nuovo Centro di Distribuzione di Castel San Giovanni (Piacenza), 2 maggio 2014. ANSA/PIER PAOLO FERRERI

Fonte: ANSA Uno sciopero nel giorno del Black friday, ovvero quello successivo al Ringraziamento, tradizionalmente, negli Stati Uniti, dedicato ai saldi. Lo hanno deciso Cgil, Cisl, Uil e Ugl al centro di Amazon di Piacenza (dove lavorano circa 4mila persone). I dipendenti chiedono un miglior trattamento economico. La multinazionale americana che ha lanciato, anche in Italia, forti promozioni per il Black friday.

Nel centro di Castel San Giovanni (Piacenza), aperto dieci anni fa con un centinaio di dipendenti, lavorano duemila impiegati con contratto a tempo indeterminato e altrettanti con contratti di lavoro somministrato per affrontare i picchi di lavoro. Lo sciopero comincerà con il turno mattutino di venerdì e terminerà con l’inizio dello stesso turno di sabato. “Non c’è stata da parte di Amazon Italia – denunciano i sindacati – alcuna apertura concreta all’aumento delle retribuzioni o della contrattazione del premio aziendale, considerando anche la crescita enorme di questi anni. I ritmi lavorativi non conoscono discontinuità, le produttività richieste sono altissime e il sacrificio richiesto non trova incremento retributivo oltre i minimi contrattuali”.