Salvatore Settis: Costituzione, perchè attuarla è meglio che cambiarla

Salvatore Settis, degli esponenti di maggior rilievo del mondo culturale e accademico italiano ed europeo, parla della Costituzione. Perchè attuarla è meglio che cambiarla. Lo abbiamo intervistato alla Spezia, in occasione di un incontro pubblico organizzato dall’editrice Irene Giacché.

“Nella Costituzione – sostiene Settis – troviamo scritti la sovranità popolare, il diritto al lavoro, alla salute, alla cultura, il precetto di orientare l’economia e la proprietà secondo il principio supremo dell’utilità sociale, cioè del bene comune”

“Un orizzonte dei diritti – continua Settis – non ancora pienamente attuato, per cui possiamo dire con Calamandrei che ‘lo Stato siamo noi’. Lo Stato, non i governi. Dobbiamo essere con lo Stato in nome della Costituzione, anche contro i governi che non la rispettino e vogliano, anzi, distorcerla con improprie manovre.”