“Rent is More”, presentata a Milano la prima “casa del lifestyle in affitto” protagonista della Design Week

Nulla si possiede, tutto si affitta: dai mobili di design per la casa all’abbigliamento delle grandi firme, fino alle opere d’arte. In una società dove il concetto di proprietà si sta evolvendo, l’affitto diventa trend e cambia la routine quotidiana: per celebrarlo in occasione del FuoriSalone di Milano durante la Design Week nasce “Rent is More”, una vera e propria “casa del lifestyle in affitto” ideata da tre giovani realtà italiane.

 

Un vero e proprio percorso concettuale realizzato all’interno di un modello di casa nel centro di Milano in cui, attraversando le diverse sale e vivendone gli spazi, è possibile scoprire come nella società contemporanea il fenomeno dell’affitto abbia cambiato per sempre le abitudini e lo stile di vita delle persone, prendendo come spunto l’universo da cui nascono le tendenze costituito da design, fashion e arte. È questo il concept che ha ispirato la creazione di “Rent is More”, la “casa del lifestyle in affitto” presentata oggi nel cuore del FuoriSalone, nel centralissimo Corso di Porta Ticinese (angolo via Gian Giacomo Mora, 1), in occasione della Milano Design Week, in cui a farla da padrone sono oggetti del desiderio ritenuti sino a poco tempo fa esclusivi e poco accessibili e che oggi invece, grazie alla tendenza dell’affitto che contamina sempre più ambiti, sono davvero alla portata di tutti. Gli ideatori di questa originale installazione nel centro della capitale del design sono tre giovani realtà italiane, che hanno capito in anticipo come questo trend potesse incidere sul lifestyle di milioni di persone: Studio Apeiron, azienda di design e architettura sostenibile made in Italy che con #AfforTable ha portato in Italia l’affitto dei mobili di casa, DressYouCan, servizio di noleggio a 360° che permette di affittare abiti da cerimonia, pezzi iconici e creazioni di atelier ma anche di mettere a noleggio il proprio guardaroba, e Monshareart, startup milanese che consente a chiunque di accedere in modo molto semplice al noleggio di opere d’arte contemporanea.

 

“Essere presenti nel cuore del Fuorisalone, anche a scopo divulgativo, ci permette di diffondere il concetto che la bellezza è di tutti, e per questo dev’essere accessibile a tutti: la chiave di questo è il noleggio e Rent is More è il nostro modo per comunicarlo all’opinione pubblica nella capitale del design – spiegano Dario Brivio e Francesco Cazzaniga, titolari di Studio Apeiron, che presentano inoltre i propri pezzi unici in via Guglielmo Pepe 36 nel quartiere Isola Design District con l’esposizione “Episodi Frattali” – Un’idea che racconta perfettamente il contemporaneo concetto di casa come luogo in perenne cambiamento, dove si condivide tutto, emblema dello stile di vita delle nuove generazioni: un passaggio epocale da “possedere” a “fruire” ogni genere di bene, tra cui anche i mobili, che avviene in chiave sostenibile e che sarà tema centrale dei prossimi anni”.

 

Attraversando il portale di accesso dell’abitazione, il cui stile dialoga con le Colonne di San Lorenzo a sintesi della perenne commistione tra le ispirazioni della metropoli meneghina e il lifestyle, è possibile visitare il salotto, lo studio e la cucina di una casa ideale dove la maggior parte dei mobili e le opere d’arte che la impreziosiscono sono affittabili: dal tavolo alla libreria, dai quadri ai pezzi unici di design, l’installazione offre una panoramica su come ciò che contraddistingue e adorna la vita quotidiana delle persone possa essere noleggiato, non più posseduto. Un importante armadio stilizzato che si affaccia sulla cucina funge invece da portale verso un’ideale cabina armadio, dove le persone non “compreranno” più i propri abiti, ma potranno noleggiare per un determinato lasso di tempo creazioni di atelier, originali collezioni di designer emergenti, capi di tendenza, abiti vintage, pezzi sartoriali, creazioni sperimentali e pezzi iconici.

 

Una rivoluzione quindi che tocca il design e lo stile della casa, ma anche il modo in cui si vestono le persone, che prende vita proprio in occasione della Milano Design Week: “Varietà, sostenibilità ed accessibilità: il cambiamento di abitudini e desideri dei consumatori trova risposta in un nuovo modello di non proprietà – sottolinea Caterina Maestro, CEO di DressYouCan – Proponendo un format inedito, apriamo le porte del primo “Rent is More” concept: una preview sul futuro di design, arte e fashion in cui prendere in prestito è la norma possedere è superfluo. Grazie a DressYouCaninfatti per ogni donna è finalmente possibile accedere ogni giorno a un’ampia scelta di capi da sogno a prezzi accessibili grazie ad una diversa forma di fruizione della moda, che allarga i propri orizzonti e comunica con una platea sempre maggiore di persone”.

 

Il lifestyle che contraddistingue una casa è dettato però anche dall’arte che la fa vivere con un carattere e un’ispirazione del tutto personali, che grazie all’affitto possono cambiare ed evolversi nel tempo: “In un mondo interconnesso in continuo cambiamento in cui tutto è fluido, anche abitudini e necessità delle persone lo diventano; il noleggio si trasforma in un must, perché dà la possibilità di cambiare con grande facilità e non restare legato ad una scelta costosa di un certo momento, rendendo accessibile a tutti un mercato che è sempre stato tradizionalmente elitario, ottimizzando le risorse e migliorando la sostenibilità – concludono Massimiliano Candini e  Francesco Rubinacci, founders di Monshareart – Milano è una delle capitali mondiali dell’arte e del lifestyle, hub internazionale che intercetta e spesso anticipa i megatrend, esigenze ed opportunità: Rent is More ne è la perfetta dimostrazione”.