Registi fuori dagli sche(r)mi: al via la quinta edizione con Jerzy Skolimowski

registiBARI – Giovedì 25 febbraio, al Cineporto di Puglia/Bari, al via la quinta edizione di Registi fuori dagli sche(r)mi, rassegna diretta da Luigi Abiusi e prodotta da Apulia Film Commission e organizzata dai Cineporti di Puglia.

Divenuta ormai una kermesse permanente e radicata nel territorio regionale, anche nell’edizione di quest’anno, da febbraio a novembre 2016, si succederanno nei Cineporti di Puglia, tra  Bari, Lecce e Foggia, alcuni tra i maggiori registi del panorama cinematografico contemporaneo, che, grazie all’apporto dei critici da cui saranno affiancati, animeranno momenti di approfondimento e dialogo con il pubblico, con la stessa formula che ha visto transitare nel corso delle passate edizioni autori e cineasti del calibro di Shinya Tsukamoto, Abel Ferrara, Todd Solondz, Victor Erice, Sylvain George, Davide Manuli, Roberto Minervini, Michelangelo Frammartino, Jan Soldat, Tayfun Pirselimoglu, Andrea Pallaoro, Mirko Locatelli, Yann Gonzalez, Julio Bressane, Timm Kroger, Franco Maresco, Paul Vecchiali, Elena Klotz.

L’intento originario rimane immutato, piuttosto, all’occorrenza, ripreso e rafforzato: la ricerca sulle immagini nel nostro tempo, messe in relazione con i capisaldi del passato; l’approfondimento delle poetiche, appunto delle politiche; la narrazione delle storie legate ai film e ai registi, tra sperimentazioni, opere prime, visioni periferiche e d’altro canto la via delineata dai grandi maestri.

Imprescindibili le visioni, come sempre, di opere marginalizzate dal mercato; esempi vibranti di un cinema scentrato, che si pone per propria natura fuori dagli schemi di ordinaria formulazione, quindi fuori dai parametri di normale fruizione e per questo confinato fuori dagli schermi.

«Il programma è  in itinere – come dichiarato dal direttore artistico Luigi Abiusi (scrittore, saggista, selezionatore per la Settimana Internazionale della Critica della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia; critico cinematografico per diverse riviste tra cui Filmcritica, Filmparlato, Duels e direttore del magazine Uzak.it) – visto che si dilata nel tempo e si disloca in tre centri, i Cineporti di Bari, Foggia e Lecce: segue l’idea di un’attualità che presenta di volta in volta casi cruciali, critici, tra i panorami dei festival, uscite di film sommersi, latenze di alcuni autori».

«Dare continuità alla rassegna Registi fuori dagli sche(r)mi – sottolinea il Presidente di Apulia Film Commission Maurizio Sciarra – vuol dire per Apulia Film Commission continuare a sostenere una pluralità di interventi che propongono al variegato pubblico che anima i Cineporti di Puglia film differenti e, spesso, fuori dai circuiti distributivi nazionali. L’apporto di importanti critici e registi non fa che arricchire le proposte che Apulia Film Commission sostiene con l’intento di far crescere spettatori critici e consapevoli.»

Si inizia giovedì 25 febbraio, ore 20:30, con Jerzy Skolimowski, presente al Cineporto di Puglia/ Bari, e la proiezione del suo ultimo capolavoro 11 minut (in concorso alla scorsa Mostra del Cinema di Venezia). Sarà occasione per un vero e proprio tributo a uno dei più straordinari e longevi autori in circolazione: e infatti a dialogare con lui ci saranno oltre al direttore artistico, i critici cinematografici Lorenzo Esposito, Margherita Furdal e Roberto Turigliatto, gli ultimi due autori di Jerzy Skolimowski (Lindau, 1996), uno dei libri più importanti scritti sul regista polacco.   Martedì 23 febbraio, invece, alle 18:30 al Cineporto di Puglia/Bari, è in programma una proiezione-prologo di un altro lungometraggio diretto da Jerzy Skolimowski propedeutico ad approfondire l’opera e il pensiero del grande autore polacco.

Negli altri due cineporti non direttamente interessati dalla presenza degli ospiti, è confermato il collegamento in streaming dell’incontro, con successiva proiezione del film.

Registi fuori dagli sche(r)mi è prodotto da Apulia Film Commission  e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il prodotto da Apulia Film Commission e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2007-2013 e del P.O.R. Puglia 2014-2020 – Asse VI Obiettivo Tematico 6.7.

Tutti gli appuntamenti della rassegna sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti.