Pompei, con droni e laser alla scoperta del quartiere inesplorato

Dronilaserricostruzioni in 3D: le nuove tecnologie sono grandi protagoniste nei nuovi scavi di Pompei che puntano a riportare alla luce un intero quartiere a Nord della città, rimasto inesplorato dalla tragica eruzione del 79. Esteso per mezzo ettaro nella Regio V, comprende un vicolo completamente sepolto con gli edifici limitrofi, incluse casebotteghe e taverne.

“Prevediamo grandi scoperte”, dice all’ANSA il direttore generale del Parco Archeologico Massimo Osanna, che alle 18,00 è al Politecnico di Milano per parlare del futuro delle scienze dei beni culturali nell’ambito del ciclo di incontri ‘Arte e scienza‘.

Fonte:ANSA