Per imparare a prendersi cura degli asinelli tornano i Grooming Days!

BIELLA – Dita incrociate per il bel tempo: domenica 26 marzo al Rifugio degli Asinelli di Sala Biellese c’è il primo Grooming Day dell’anno, in concomitanza con la riapertura delle aree che nell’ultimo mese sono rimaste chiuse ai visitatori per permettere di completare la profilassi anti-pidocchi.

L’evento, dedicato a tutti gli amanti degli asini e a chi vuole approfondire la conoscenza di questi straordinari animali, permette di passare del tempo speciale in compagnia degli ospiti del Rifugio e di imparare a prendersene cura con brusche e striglie, guidati dallo staff della sede italiana di The Donkey Sanctuary.

“Vogliamo coinvolgere quanta più gente possibile e diffondere passione, conoscenza e rispetto” spiega la responsabile Barbara Massa, ideatrice del Grooming Day. “Per questo motivo, la partecipazione è libera e gratuita“.

I partecipanti potranno, inoltre, condividere scatti ed emozioni sulla pagina Facebook del Rifugio e sul nuovo canale Instagram.

Oltre a quello del 26 marzo, ci sono altri 9 Grooming Days in programma quest’anno:

  • 30 aprile
  • 28 maggio
  • 25 giugno
  • 30 luglio
  • 27 agosto
  • 24 settembre
  • 29 ottobre
  • 26 novembre
  • 10 dicembre

Chiunque voglia spazzolare gli asinelli può recarsi al Rifugio (via per Zubiena 62, Sala Biellese – BI) nei giorni indicati; gli orari di Grooming vanno indicativamente dalle 11 alle 12 e dalle 14 alle 16.30. Nelle stesse date sarà possibile unirsi al Pedibus per una visita guidata della struttura.

Si consigliano abbigliamento comodo e calzature chiuse; i bambini sotto i 5 anni dovranno essere accompagnati nei recinti da un adulto. In caso di maltempo, l’evento sarà annullato (per maggiori informazioni: 015.2551831).

La Fondazione “Il Rifugio degli Asinelli ONLUS”  si occupa di salvare asini, muli e bardotti da casi di maltrattamento e abbandono, ovunque essi si trovino. Grazie al supporto di The Donkey Sanctuary, del quale è la base italiana, è sinora riuscita a dare rifugio a oltre 150 asini, molti dei quali provenienti dall’estero (Romania, Svizzera, Francia e Grecia).

Agli asini vecchi e malati fornisce cure di alto livello, mentre agli asini giovani e sani offre la possibilità di venire affidati a famiglie in grado di garantire loro affetto e attenzioni. Alcuni asinelli, particolarmente predisposti al contatto con gli umani, sono inoltre preparati per aiutare bambini e adulti con bisogni speciali (onoterapia). Obiettivo importante della Fondazione è anche l’educazione al rispetto e alla conoscenza degli asinelli: vengono organizzate visite didattiche guidate del centro per scolaresche o gruppi e gli esperti del Rifugio sono sempre a disposizione per fornire informazioni e supporto. I responsabili del benessere indagano inoltre su casi di maltrattamento e abuso.