Omicidio del piccolo Tommaso Onofri: nel 2016 l’assassino Mario Alessio potrebbe accedere al lavoro esterno al carcere

CASALBARONCOLO (PARMA) – Mario Alessi, il manovale siciliano condannato all’ergastolo per l’omicidio del piccolo Tommaso Onofri, potrà da quest’anno fare richiesta per accedere ai lavori esterni al carcere e i giudici potrebbero accordargli questi benefici.

mario-alessi

Mario Alessi nel 2006 era in soggiorno obbligato in provincia di Parma, allontanato dal suo paese in Sicilia dove aveva stuprato una minorenne. Presso la famiglia Onofri, che non era a conoscenza dei suoi precedenti penali, si era trovato a fare dei lavori di ristrutturazione. Il 2 marzo del 2006 aveva rapito, con la complicità della compagna Antonella Conserva e di Salvatore Raimondi, il piccolo Tommaso, 18 mesi, uccidendolo poco dopo a badilate perchè spaventato piangeva.

Tra il giorno del rapimento e il giorno del ritrovamento del cadavere (2 aprile 2006), Mario Alessi, con una maestria da grande attore, compariva in televisione dove faceva appelli affinchè i rapitori rilasciassero il bambino che aveva ucciso proprio lui con una ferocia inaudita (qui l’appello di Alessi).

A breve Mario Alessi potrebbe usufruire di permessi per uscire dal carcere e recarsi al lavoro.

Noi abbiamo ascoltato la mamma di Tommaso, Paola Pellinghelli, che ci ha accolti nella sua casa.

a cura di Paola Settimini e Daniele Ceccarini