No inceneritore nell’Oltrepò pavese. Manifestazione con Fo, Iacchetti, Covatta e Vecchioni

RETORBIDO (PV) – Il 22 maggio a Retorbido, in occasione della manifestazione contro l’inceneritore, saliremo sul palco insieme a Dario Fo, Enzo Iacchetti, Giobbe Covatta, Roberto Vecchioni e la band Il Moro, per continuare a difendere la nostra giusta causa!

Questo vuole essere un appello per chiedere a voi tutti di partecipare insieme a noi e di diffondere questo evento, affinché la Regione Lombardia possa constatare la forza di una protesta capace di uscire dal territorio e di arrivare anche a Milano e alla sua gente!

Scriviamo agli attori, scriviamo agli artisti, scriviamo ai teatri, e scriviamo a tutti coloro che credono che l’arte possa essere davvero un mezzo per cambiare le cose. E scriviamo a tutti gli amici.

La nostra Compagnia Oltreunpò Teatro è impegnata con le sue attività sia sul territorio di Milano sia in quello dell’Oltrepò pavese. L’anno scorso siamo venuti a conoscenza di una vera e propria minaccia per l’Oltrepò, territorio cui siamo profondamente legati: la costruzione a Retorbido di un impianto di recupero di pneumatici fuori uso mediante processo di pirolisi… in poche parole, un inceneritore di pneumatici.

Ad essere minacciata non è soltanto la bellezza paesaggistica di una terra meravigliosa, ma anche tutta la sua economia, basata prevalentemente sulla produzione agricola, di vini, ortaggi e frutta, prodotti che spesso ritroviamo sulle nostre tavole. Ma soprattutto, è minacciata la salute delle persone che questo territorio lo abitano.
Da subito abbiamo sentito il dovere di agire, di lottare affinché questo impianto non venisse realizzato.

In autunno abbiamo dato vita allo spettacolo Oltrepossiamo – Tragicomica Oltrepadana, per dire No alla violazione di un territorio, all’inosservanza dei diritti di chi questo luogo lo vive. Abbiamo scelto di dire No con il nostro mezzo, con il nostro linguaggio, il Teatro appunto.
Oltrepossiamo, con la collaborazione del Comitato No inceneritore a Retorbido, è diventato in poco tempo uno spazio in cui gli abitanti si riconoscono. Ne è nata una vera e propria tournée che ci ha portati in molti Comuni dell’Oltrepò, chiamati dalle amministrazioni comunali o dai cittadini stessi, i quali hanno letto nel nostro lavoro quell’invito alle persone a resistere, ad incontrarsi, per scoprire che l’unica vera difesa contro la minaccia di ogni abuso politico è la partecipazione.

Il ruolo del teatro in questa protesta si è rivelato straordinario: 1700 persone (e non spettatori!) hanno partecipato a teatro con noi nei comuni più piccoli e, nella sola Voghera, in un’unica serata, 600 persone hanno riempito delle loro speranze il teatro. Ricordiamo questi numeri perché sono la testimonianza del fatto che il teatro ancora può. Può smuovere le coscienze e far uscire di casa. Il teatro sa ancora essere una spinta all’azione!

E’ in luce di tutto questo che ora chiediamo a tutti di prendere parte a questa grande iniziativa, domenica 22 maggio a Retorbido (PV) dalle 16.30 in poi, “perchè l’inceneritore non ve lo facciamo fare!”.

La Regione Lombardia, pur temporeggiando, è consapevole della nostra protesta e sperando forse di vederci indietreggiare per sfinimento, non ha ancora bocciato la proposta. Ecco, ora è arrivato il momento di urlarlo a gran voce il nostro No.

La nostra Compagnia si occuperà della gestione del palco della manifestazione.

Il tutto si aprirà con un’azione scenica di forte protesta. Seguiranno momenti teatrali, musicali e di confronto. Dario Fo, Enzo Iacchetti, Giobbe Covatta e Roberto Vecchioni stanno collaborando insieme a noi.

Domenica VENITE a Retorbido e nel frattempo aiutateci ad INFORMARE e a condividere questo nostro messaggio, perché quello che sta accadendo nell’Oltrepò ci riguarda tutti e perché possiamo ancora salvarlo un pezzo meraviglioso di questo nostro bellissimo Paese!

COMPAGNIA TEATRALE OLTREUNPO’

Marco, Bruna, Ylenia, Elena, Michela e Martino