Napoleonica, l’Armata di Riserva di Napoleone al Forte di Bard La quarta edizione il 2 e 3 settembre 2017

BARD – Truppe di fanteria, artiglieria, cavalleria, granatieri, parate militari e l’assalto finale alla fortezza: torna con la quarta edizione sabato 2 e domenica 3 settembre 2017, al Forte e nel Borgo di Bard, Napoleonica, la grande rievocazione storica del celebre passaggio di Napoleone Bonaparte con le sue truppe avvenuto nel maggio del 1800 nel corso della Seconda Campagna d’Italia. L’Armée de Réserve francese in discesa dal Gran San Bernardo invase all’epoca la Valle d’Aosta ponendo sotto assedio il Forte di Bard, che dopo due settimane capitolò ma con l’onore delle armi. Sono attesi più di 250 rievocatori provenienti da tutta Europa. L’evento è promosso dall’Associazione Forte di Bard in collaborazione con l’Associazione storico-culturale Il segno del passato.

 Il programma

Il Borgo e il Forte di Bard ospiteranno rispettivamente l’accampamento francese e austro-piemontese con animazioni che coinvolgeranno direttamente il pubblico. Nella Piazza di Gola del Forte sarà allestito un mercatino a tema storico con oggettistica napoleonica (stampe d’epoca e cimeli originali, sartorie storiche, soldatini, artigiani).

Tra le rievocazioni più suggestive, la simulazione dell’attacco notturno al Forte, che si svolgerà nel Borgo sabato 2 settembre, dalle ore 20.30, con l’ausilio di pezzi di artiglieria pesanti, truppe di fanteria, artiglieria, cavalleria, granatieri – gare di velocità per fucilieri e parate militari e l’assalto finale alla fortezza da parte delle truppe francesi, domenica 3 dalle ore 15.00. La manifestazione coinvolgerà anche il vicino Comune di Hône dove sarà dislocato uno degli accampamenti e dove si disputerà, sabato 2, alle ore 15.30, la Corsa delle teste a cavallo. Due giornate dense di iniziative che offriranno al pubblico un’esperienza coinvolgente ed immersiva. Uomini e donne con abiti dell’epoca, cannoni, cavalli, tutto riporterà agli inizi del XIX secolo. L’ingresso alla manifestazione è gratuito.

«Napoleonica è un evento di grande richiamo che richiede un impegno organizzativo sia sul fronte della logistica che della sicurezza – commenta il Presidente del Forte di Bard, Pierluigi Marquis. – Ringrazio i Comuni di Bard e di Hône per la preziosa collaborazione, così come la Questura e le forze dell’ordine che stanno lavorando con l’Associazione Forte di Bard per mettere a punto le misure che un evento di queste dimensioni impone. Tra queste, la novità legata allo sdoppiamento sui due lati della rocca della rievocazione dell’assedio finale, per rendere maggiormente fruibile la manifestazione al pubblico».

Parcheggi e navette

Il Forte e il Borgo di Bard saranno collegati da un servizio navette gratuito che servirà i parcheggi segnalati lungo la Statale 26. Altre cinque aree di sosta sono a disposizione nel Comune di Hône e dalle quali è possibile raggiungere comodamente a piedi l’area dell’evento.

Cosa fare al Forte

Per gli amanti della storia sono due le aree museali del Forte da non perdere. IlFerdinando. Museo delle Fortificazioni e delle Frontiere si sviluppa su una superficie di oltre duemila metri. Collocato nell’Opera omonima, il museo propone un coinvolgente viaggio attraverso l’evoluzione delle tecniche difensive, dei sistemi di assedio e del concetto di frontiera integrato dall’esposizione fotografica di Paolo Pellegrin. Frontiers.

La storia del Forte di Bard si svela poi in uno spazio museale all’interno delle Prigioni. Le anguste celle ospitano un itinerario storico che guida il visitatore alla scoperta della storia del sito militare, per secoli strategico luogo di transito. Attraverso filmati, documenti e ricostruzioni di grande impatto i visitatori possono conoscere l’evoluzione architettonica della fortezza e conoscere i personaggi che ne hanno segnato i principali avvenimenti storici dall’anno Mille alla sua ricostruzione nel 1830, sino ad arrivare ai giorni nostri. Aperte al pubblico anche le mostre temporanee Da Raffaello a Balla, I Capolavori dell’Accademia Nazionale di San Luca e Steve McCurry Mountain Men.