Messico, ucciso l’ambientalista Isidro Baldenegro, premio Goldman per l’ambiente

Combatteva contro il disboscamento della Sierra Madre. Come Berta Caceres, fu premio Goldman per l’ambiente. Isidro Baldenegro López, come Berta Cáceres. Isidro Baldenegro era il leader della comunità indigena tarahumara e ha guidato diverse campagne contro la deforestazione illegale della Sierra Madre. Lottava per l’ambiente e per i diritti dei popoli, ed è stato ucciso. Impegnato contro il disboscamento, è stato ammazzato nello stato di Chihuahua, in Messico. La morte dell’attivista risale a domenica, come conferma il procuratore generale dello Stato di Chihuahua. Isidro Baldenegro López aveva vinto il premio Goldman nel 2005 (foto in basso), il più prestigioso riconoscimento per gli ambientalisti. Premio che dedicò a suo padre, anche lui attivista. Secondo lui lo meritava di più. Sul suo corpo sono stato trovato colpi di pistola al petto e alle gambe. Il prezzo da pagare se difendi l’ambiente in queste zone. La mente corre a Berta Cáceres, anche lei premio Goldman, anche lei uccisa per le sue lotte in Honduras.

L’omicidio di Baldenegro è avvenuto nella casa di uno zio nella comunità indigena Coloradas de la Virgen, nel comune di Guadalupe y Calvo.Il leader indigeno aveva solo 51 anni. Si era allontanato da quella zona proprio a causa delle numerose minacce di morte ricevute negli ultimi anni. Baldenegro è stato ucciso come suo padre. E nelle stesse circostanze, dopo decine di minacce di morte per la sua forte difesa delle foreste della Sierra Madre nel Messico occidentale.

Mercoledì sera, il procuratore generale dello stato di Chihuahua ha riferito che di aver “pienamente identificato” l’assassino del leader Tarahumara “che ha sparato almeno sei volte con una pistola calibro 38 Super, per poi fuggire in una direzione sconosciuta portando con sè l’arma “. Secondo l’osservatorio britannico Global Witness, 33 attivisti sono stati uccisi in Messico tra il 2010 e il 2015.

Un articolo di Roberto Benvenuto peGlobalist