Le nove vite di Valentina Cortese

Approfondire la conoscenza di Valentina Cortese, della sua vita e dei suoi lavori – per il cinema, il teatro e la televisione – presenta più di un motivo di interesse. Non soltanto perchè Valentina è stata, anzi è, l’ultima diva della scena italiana, ma anche perchè la sua vita e la sua carriera, inestricabilmente intrecciate l’una all’altra, si sono dipanate all’insegna delle trasformazioni, o addirittura dei ribaltamenti, più impensati e inattesi.

Parlare di Le nove vite di Valentina Cortese (Edizioni ETS) non costituisce quindi una forzatura, un’esagerazione o un’iperbole, ma rappresenta semplicemente una fotografia imparziale della sua esistenza, tenendo ben presenti due cose: che Valentina ha una tale capacità di coinvolgerti che non si riesce ad essere distaccati nel raccontarla; ma, soprattutto, che il filo rosso che lega, fina dalla prima, le sue nove vite, è la ferrea volontà e caparbietà di riuscire a imporsi, di diventare Valentina Cortese.

L’autore, Alfredo Baldi, è nato e vive a Roma. Tra il 1968 e il 2007 ha lavorato al Centro Sperimentale di Cinematografia, dove ha diretto la Scuola Nazionale di Cinema, quindi la Cineteca Nazionale. E’ stato docente di Linguaggio cinematografico all’Università Sapienza di roma. Studioso di storia e di tecnica del cinema, è autore e curatore di numerose pubblicazioni e di un centinaio di saggi, in particolare sul cinema italiano degli anni ’30 e ’40, sulla censura cinematografica in Italia e sulla storia del Centro Sperimentale.