La misura dell’errore. Vita e teatro di Antonio Latella

La misura dell’errore. Vita e teatro di Antonio Latella a cura di Emanuele Tirelli, Caracò Editore.

Antonio Latella è il protagonista di questa intervista-diario nella quale racconta per la prima volta la sua vita e il suo teatro, spesso in coincidenza assoluta. I successi, gli spettacoli mancati, la pedagogia, l’importanza dell’errore, la carriera da attore e quella da regista, il trasferimento in Germania, il riconoscimento all’estero.

Latella dialoga con Emanuele Tirelli in una sorta di autobiografia guidata, rivelando la necessità di far parte del teatro come se non ci fosse alternativa possibile, in una vocazione impermeabile sentita fin dalle origini operaie mai rinnegate. E’ una finestra sincera sulla sua vita attraverso grandi incontri, festival e produzioni internazionali. Nonostante i premi e i battimani, ne emerge un ritratto che scavalca maschere e medaglie per concentrasi sullo studio e sulla figura dell’attore. Che fa della bottega il punto di riferimento di un regista artigiano, appena chiamato a dirigere la sezione teatro de La Biennale di Venezia dal 2017 al 2020.

Emanuele Tirelli nasce a Napoli nel 1979. Autore e giornalista, per il teatro firma i testi degli spettacoli Questione di un attimo, Da questa parte (ovvero quella che manca) e L’incoronata. E’ suo il monologo Giuda all’interno del progetto LUI – Il figlio del Nuovo Teatro Sanità. Pedro Felipe (Caracò, 2014) è il suo primo romanzo e diventa quasi subito una drammaturgia per lo spettacolo omonimo. Dal 2016 dirige la collana Teatri di Carta di Caracò Editore. Collabora con alcuni settimanali e quotidiani quali L’Espresso, Il Venerdì di Repubblica, Donna Moderna, Pagina 99 e Il Mattino.