La Macchinazione. Massimo Ranieri interpreta Pasolini. Dal 24 marzo al cinema

macchinazioneLa Macchinazione, un film di David Grieco, nei cinema dal 24 marzo. Dopo 40 anni la verità sulla scomparsa di uno dei più grandi intellettuali del Ventesimo secolo, Pier Paolo Pasolini, interpretato da Massimo Ranieri.

David Grieco ha conosciuto Pasolini, è stato suo assistente e ne è diventato amico. Dopo aver scritto un libro che mostra tutte le incongruenze e le omissioni nella ricerca dei colpevoli dell’omicidio, ha deciso di girare un film, La Macchinazione, che racconta gli ultimi tre mesi di vita di Paolini fino alla sua morte, conseguenza estrema di un disegno preciso.

Interpreti: Massimo Ranieri, Libero de Rienzo, Matteo Taranto, Francois Xavier Demaison e con Milena Vukotic, Roberto Citran, Tony Laudadio, Alessandro Sardelli e l’amichevole partecipazione di Paolo Bonacelli e Catrinel Marlon.

Trama – Nell’estate del 1975, Pier Paolo Pasolini è impegnato al montaggio di uno dei suoi film più discussi, Salò o le 120 giornate di Sodoma, e nella stesura del romanzo Petrolio, un atto di accusa contro il potere politico ed economico dell’epoca. Intanto, da mesi ha una relazione con Pino Pelosi, un giovane proletario romano che ha legami con il mondo criminale della capitale. Una notte, alcuni amici di Pelosi trafugano il negativo di Salò e chiedono un riscatto. Tuttavia, il vero obiettivo non sono i soldi, ma Pasolini… Chi c’era quella notte all’idroscalo di Ostia? Che cosa aveva scoperto Pasolini? Chi ha firmato la sua condanna a morte?