Istituire la figura del “difensore scolastico”

Il Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti umani ha inviato, per mezzo del responsabile area legale, prof. e avv. Alessio Parente, al MIUR una proposta tesa ad istituire la figura del Difensore scolastico e finalizzata a un più efficace impiego del personale docente della classe A046 (ex A019 discipline giuridiche ed economiche) in organico di potenziamento nelle scuole di ogni ordine e grado.

Tale innovativa figura è stata ideata e  strutturata sulla base dei risultati di ricerche (sull’istituzione dell’Ombundsman, del Difensore civico e, non da ultimo, del Defensor del pueblo) della D.ssa Maria Giovanna Di Maggio  e dell’avv. Alessio Parente che hanno avuto modo di approfondire la tematica della mediazione e risoluzione alternativa dei conflitti presso varie istituzioni italiane ed estere, integrandola  con l’esperienza professionale maturata in seno ad organismi di conciliazione.

La prima proposta di introduzione della figura a livello scolastico in Italia, è avvenuta in seno al Dipartimento di Diritto ed Economia dell’ISI Pertini di Lucca.

Il Difensore scolastico (il cui ruolo, per evidenti motivi, deve necessariamente essere afferente alla classe di concorso A046 Discipline giuridiche ed economiche) è una figura-progetto con funzioni di snellimento delle procedure e risparmio della spesa pubblica, in quanto:

  • Costituisce un progetto con finalità didattica: ogni intervento della figura consente agli stessi alunni coinvolti di sviluppare competenze in tema di cittadinanza e legalità;
  • Costituisce una figura di mediazione: ha il compito di mediare diverse tipologie di controversie alunno-alunno, alunno-docente, docente-docente;
  • Costituisce uno strumento utile allo snellimento delle procedure: riduce i termini per la risoluzione delle controversie ed alleggerisce il carico di lavoro per gli organi di dirigenza;
  • Costituisce uno strumento per la riduzione del contenzioso a livello scolastico, con un sicuro giovamento per le disponibilità finanziare degli organi scolastici.

Il Difensore scolastico offrirà un servizio di attenzione immediata e gratuita cui possono rivolgersi tutti quei docenti e alunni coinvolti in situazioni di conflitto nelle classi. Il Difensore scolastico dovrà possedere le conoscenze e le competenze giuridiche per informare adeguatamente le parti sulla legislazione scolastica, sulle responsabilità civili e penali da tenere in considerazione per gli episodi denunciati, e fungere da raccordo con la dirigenza e i coordinatori di classe in merito alle problematiche più complesse.

Non è da sottovalutare l’utilità di un compito così delineato, in un contesto sociale caratterizzato da tensioni e divergenze spesso foriere di criticità e disagio, pertanto ci auguriamo che un docente investito, da tale ruolo, possa trovare cittadinanza in ogni comunità educativa.

Il Coordinamento nazionale promotore della figura in questione sta procedendo a stipulare accordi a livello internazionale per la promozione di tale figura. Invita, pertanto i docenti, i responsabili dei gruppi disciplinari di Diritto e i Dirigenti a scrivere all’indirizzo email:coordinamentodirittiumani@gmail.com indicando nell’oggetto “difensore scolastico” per ricevere maggiori informazioni ed aderire alla rete dei difensori scolastici, essenziale ed importante innovazione nel settore scolastico italiano.

prof. Romano Pesavento

Presidente Coordinamento Nazionale Docenti della disciplina dei Diritti Umani