Io sto con Pizzarotti, non a parole e negli slogan. Io sto con lui con i fatti

Riceviamo e pubblichiamo le riflessioni dell’attivista del Movimento 5 Stelle di La Spezia, Fabio Vistori:

“Io sto con Pizzarotti, ma non a parole e negli slogan, sto con lui con i fatti. Questo comporta da oggi la mia auto sospensione da ogni attività del M5S fino a quando la questione che lo riguarda non verrà chiarita con un esito, spero, positivo dove prevalga la maturità. Se così non dovesse essere anticipo già che una espulsione di Pizzarotti coinciderebbe con una mia auto esclusione a tempo indeterminato dal Movimento 5 Stelle, per il più semplice dei motivi: non sarebbe più un movimento ma un partito e della specie peggiore.

Tra gli scopi primari del Movimento vi è quello di risolvere i problemi causati agli italiani dalla partitocrazia, prendere i Comuni male amministrati e amministrarli meglio, cosa che Federico ha dimostrato di saper fare egregiamente. Pizzarotti rappresenta un caso di successo che ha causato all’interno del Movimento non poche invidie, sopratutto in quegli esponenti mediocri che mascherano la propria incapacità amministrativa e politica con la retorica tipica di quel mondo che il Movimento è nato per contrastare.

Non entro nel merito e nei dettagli della questione in cui hanno trascinato Federico, perché sono talmente privi di senso e fondamento che non meritano neppure una riga di commento. Chi si riempie la bocca della parola trasparenza, stando dietro una email non firmata, sospende Pizzarotti ma non Fucci, il Sindaco di Pomezia, a sua volta bersaglio di un avviso di garanzia di cui si è saputo solo ad archiviazione fatta e finita, dopo circa un anno.

Questo basta per far comprendere la falsità delle motivazioni edotte, senza dover andare oltre. E’ importante che tutti, attivisti e simpatizzanti, comprendano che questo è uno di quei momenti, della vita del Movimento, in cui non si può restare in disparte, occorre prendere apertamente posizione e mostrare il proprio dissenso pubblicamente. Solo così si può evitare che il M5S compia un madornale errore, mettendo alla porta uno dei suoi amministratori più capaci, che ha saputo prendere un Comune con un bilancio a pezzi, dimezzarne il debito, farlo entrare di diritto tra i Comuni più virtuosi d’Italia in termini di raccolta dei rifiuti e ricollocarlo a livello internazionale. Se c’è qualcuno che nel M5S va messo a margine è chi vuole quelli come Pizzarotti fuori dai piedi perchè ingombranti, preparati e capaci di fare i fatti e non solo dei discorsi”.

Fabio Vistori, Cittadino in Movimento