INIZIA DOMANI IL “FESTIVAL DI ACQUA E LUCE”

A Bressanone artisti da tutto il mondo per installazione che sfruttano acqua e luce per rendere magica l’atmosfera. Dalla prossima edizione saranno protagonisti i gestori dell’acqua di tutta Italia.

Inizia domani il FESTIVAL DI ACQUA E LUCE di Bressanone, che ospiterà in un clima fiabesco – dal 10 – 26 maggio 2018 –  le 27 installazioni di 14 artisti, provenienti da tutto il mondo.

Un’emozione coinvolgente ed avvolgente. Installazioni di luce di grandi dimensioni, video mapping sui palazzi storici di Bressanone, film proiettati sulla superficie dell’acqua, momenti speciali nei vicoli della città vescovile. Un percorso gratuito segnato da una linea blu che invita alla meraviglia e che dal prossimo anno vedrà tra i protagonisti UTILITALIA e i gestori del servizio idrico di tutta Italia.

Un Festival Internazionale che interpreta l’Acqua come vita e la Luce come arte. Tra gli artisti: Julia Bornefeld e Claudia Reh dalla Germania, Adrian Scherzinger dalla Svizzera, Ulisses Dias dal Portogallo, Jota Aracê dal Brasile, Squidsoup dal Regno Unito, ma anche Spectaculairs, dalla Francia, creatori del famoso “Sogno di Soliman”. L’Italia sarà rappresentata da Fruits of Change, Luce Dipinta, Rüdiger Witcher e Stefano.

Giovani talenti e “degustazione” di acqua.  Molte le scuole primarie e secondarie del Comune di Bressanone e dell’Alto Adige che, sotto la guida degli artisti, verranno selezionati per le loro creazioni di disegno e grafica. Con la mostra nella Galleria Adler Art intitolata “Progettare L’Acqua”, gli studenti dimostreranno i loro progetti artistici che trattano l’elemento acqua. La Facoltà di Design e Arti dell’Università di Bolzano organizzerà una degustazione di acqua nell’ enoteca Vitis denominata “acqua-0km-wasser”, invitando ogni giorno a partecipare e ad assaggiare i diversi tipi d’acqua che variano in base alle loro vie di trasporto. Una mostra nella mostra, dal titolo “Scultura Acqua Potabile” renderà visibili presso la sede della Bressanone Turismo Soc. Coop. i progetti degli studenti di architettura dell’Università di Innsbruck per una scultura urbana.