Incontro con il regista Fabrizio Cattani “Cronaca di una passione”

Cronaca di una passione è un film forte e coraggioso ispirato a fatti di cronaca realmente accaduti che fa commuovere e discutere, interpretato con intensità da Vittorio Viviani e Valeria Ciangottini. Racconta attraverso la storia di due coniugi Giovanni e Anna la tragedia di chi perde tutto, strozzato da uno stato indifferente, le conseguenze di folli atti giudiziari e della mala burocrazia che portano gente “semplice” a gesti estremi. Cattani racconta con delicatezza e profondità il dramma di questa epoca, le storie vere spesso ignorate dalle cronache di questi anni, il calvario e la vulnerabilità di persone umili e oneste dimenticate nell’indifferenza delle istituzioni e della società di cui fanno parte. Dal 2012 più di 800 piccoli imprenditori si sono tolti la vita.

Intervista al regista Fabrizio Cattani di Paola Settimini e Daniele Ceccarini: 

Sinossi: Giovanni e Anna sono due coniugi sessantenni che per una vita hanno vissuto insieme serenamente gestendo la loro trattoria in una cittadina di provincia. Da qualche anno però anche la loro attività risente della crisi economica del Paese, tanto che la coppia finisce per accumulare debiti con lo Stato. Giovanni e Anna tirano avanti finché l’Agenzia di riscossione dei tributi dispone il pignoramento forzato della loro casa e la successiva messa all’asta. Da questo momento inizia per loro un inesorabile calvario che li porterà alla perdita della loro attività, della loro casa, della loro serena quotidianità ed intimità. Abbandonati al loro destino e ignorati dalla società i due coniugi, pur avendo la morte nel cuore, faranno di tutto per ricominciare a vivere. Quando la posta in gioco sarà la dignità, sceglieranno una soluzione estrema.

Di Daniele Ceccarini