Imaginaria – International Animation Festival dal 23 al 27 agosto

CONVERSANO – Imaginaria nasce, vive e si trasforma nel centro storico di Conversano ed in particolare nel Complesso Medievale di San Benedetto, posto di assoluto pregio architettonico ed artistico nel cuore della città d’arte.

Imaginaria è il primo ed unico festival internazionale di cinema d’animazione pugliese. Nei suoi primi 13 anni di storia Imaginaria è cresciuta enormemente, meritandosi un’importante collocazione artistica e sociale nello scenario internazionale dei festival di settore.

Festival «delle persone e dei luoghi», Imaginaria riesce a creare  un’atmosfera familiare tra il pubblico e gli addetti ai lavori che giungono nei giardini e nei chiostri a cielo aperto del “Complesso Medievale di San Benedetto”. Imaginaria, che si contraddistingue per l’importanza dei “numeri” e per l’ottima qualità delle migliaia di opere di provenienza internazionale, è un progetto di promozione, diffusione e formazione cinematografica, che intende coniugare la conoscenza e la fruizione del cinema d’animazione d’autore internazionale con la promozione culturale del territorio.

Il programma prevede la proiezione in concorso di 53 cortometraggi  e quattro lungometraggi d’animazione molti dei quali inediti o in anteprima regionale e nazionale. In programma anche un Focus sul cinema d’animazione polacco contemporaneo in collaborazione con la rassegna itinerante O!PLA ACROSS THE BORDERS un progetto culturale indipendente, la cui 3a edizione è stata distribuita in 51 città della Polonia.

Di particolare importanza riveste la presenza della writer e fumettista turca Elif Nursad a cui è dedicata una mostra ed un incontro con il pubblico. Elif Nursad è considerata tra le artiste più promettenti della nuova ondata underground, e assieme al collettivo Avalerer (nome ispirato ai quaranta ladroni) e gli Ha Za Vu Zu, può essere considerata una tra le figure più rappresentative della protesta turca. In Italia si è fatta conoscere per la partecipazione al videoclip del brano hip hop “Parte tutto quanto”, estratto dal secondo album Hardcorebaleni (2015) dei fratelli baresi Tenko e Scriba.

Si inaugura martedì 23 agosto con la proiezione della prima tranche di cortometraggi, la prima parte del Focus sul cinema d’animazione contemporaneo polacco e la proiezione, in anteprima regionale, del film d’animazione spagnolo Psiconautas di Alberto Vázquez, Pedro Rivero. Tratto dalla omonima graphic novel di Vasquez (premio Goya 2012), il film è un coraggioso e cupo racconto di formazione che sa narrare l’adolescenza e le sue asperità con una durezza insolita con dettagli grotteschi che stridono felicemente con il look “morbido” degli animaletti antropomorfi protagonisti.

Mercoledì 24 si continua con la seconda parte dei cortometraggi e la seconda parte sul Focus del cinema d’animazione polacco e in chiusura la proiezione per la sezione lungometraggi d’animazione l’ateprima nazionale di Murderous Tales di Jan Bubeníček. Un film proveniente dalla Repubblica Ceca dove attori dal vivo si mescolano con le tecniche dell’animazione 3D-2D, pupazzi e retroproiezione. E’ suddiviso in tre storie: Antonio CactoLighthouse and The Big Man, oltre a tre film ultra-corti chiamati Charge the Dragon. In tutte le storie, presentate in maniera visionaria e surreale, si gioca sui temi dell’eroismo e della morte contrapponendo sempre qualcosa di molto piccolo con qualcosa di molto grande (un piccolo cavaliere incontra un enorme drago, un vecchio folletto messicano incontra un uomo, un piccolo professore incontra le mucche della vita reale, due mafiosi incontrano il Big Man). Tutti questi incontri si concludono con la morte eroica dei piccoli personaggi principali. Ogni storia presenta l’eroismo e la morte con chiavi di lettura differenti.

Giovedì 25 ancora proiezioni con cortometraggi d’animazione e alle 22.30 un’altra anteprima nazionale, stavolta dalla Colombia, con Sabogal di Juan José Lozano e Sergio Mejia. Un thriller che ci porta in un universo visivo affascinante dove Sabogal, avvocato e attivista per i diritti umani, cerca di investigare su vari crimini contro l’umanità della Colombia di oggi. Con il paese in crisi, il protagonista è in costante pericolo nel combattere senza sosta, quasi ossessivamente, per la giustizia.

Venerdì 26 penultima giornata con cortometraggi d’animazione e alle 22.30 dal Giappone arriva Sinbad di Shinpei Miyashita, Realizzato per festeggiare i 40 aqnni della leggendaria casa di produzione Nippon Animation Co, il film narra la fantastica avventura di un ragazzo che naviga per salvare e consegnare una misteriosa principessa alla sua famiglia. Il character designer e regista dell’animazione è di Yoshiharu Sato (Il mio vicino Totoro, Pioggia di ricordi).

Sabato 27 la kermesse si conclude con le proiezioni e le premiazioni dell’Immaginaria Awards. Fra le proiezioni si segnalano Waves ’98 di Ely Dagher (Palma d’Oro a Cannes 2015), Edmond di Nina Gantz (Miglior Cortometraggio al BAFTA e al Sundance Film Festival 2016), e il vincitore di Annecy 2016 The Head Vanishes di Franck Dion.

Il festival saluta il suo pubblico con la proiezione fuori concorso del film in stop motion Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson. Il film racconta la storia di Michael, un famoso oratore motivazionale, che affronta con delusione la mondanità della vita che cambia quando incontra Lisa. Al film è legata una particolare sindrome, nota come fregolismo, sindrome dell’illusione o delirio di Fregoli. È rara ma esiste ed è una malattia psichiatrica in cui il paziente si sente perseguitato da una singola persona la quale, secondo il suo delirio, assume le sembianze di coloro che lo circondano non abbandonandolo mai.

Imaginaria e patrocinata e supportata da: Ministero dei Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema, Regione Puglia, Comune di Conversano