Il tramonto a Oriente, un romanzo di Michela Rossi

Una chiamata irrompe nella quotidianità di Alice Fossi: è sua madre che con una voce tremante le chiede di andare subito a casa. Qualcosa di grave è accaduto. Tutte le porte dell’appartamento sono aperte e il vociare di sottofondo lascia intuire che la silenziosa routine del condominio è stata interrotta. Dov’è suo padre? E perchè tutta quella gente in casa loro? La madre non sa rispondere, invece la vicina, lucida e presente, le indica la cucina con occhi preoccupati. Suo padre è seduto su una sedia, ma con la testa riversa sul tavolo, una macchia di sangue che si allarga sul marmo bianco e una pistola a terra. L’eco di quello sparo si riverbera fino all’ultima parola del romanzo e sembra dare ad Alice la forza di mettersi in movimento. Inizia così un viaggio da Carrara a Samal, nelle Filippine. Un viaggio di ricerca di verità spesso scomode sul padre e sul loro rapporto, ma in grado di aprire le prospettive di Alice e cambiarla per sempre.

Il tramonto a Oriente (Edizioni Libromania) è un romanzo di Michela Rossi. L’autrice è nata a Massa e vive a Carrara. Avvocato, lavora in un’azienda sanitaria locale. Il suo primo romanzo, la fiction per young adult Un bacio al giorno, ha vinto nel 2011 il Premio letterario La Bussola, mentre nel 2015 il racconto Il bucato è risultato tra i vincitori del Premio Racconti nella Rete, pubblicato da Nottetempo. Nel 2017 ha partecipato, nel gruppo Scriviperbene, alla scrittura del libro collettivo La giusta luce (Ali&no), una storia di violenza domestica raccontata a più voci. E’ autrice della favola Il pianeta Giocoso, illustrata dal pittore Andrea Perugi.