Il BioBlitz sta arrivando a Sala Biellese: la Natura si scopre con gli asinelli

SALA BIELLESE – Il BioBlitz sta arrivando a Sala Biellese: domenica 30 giugno 120 persone potranno diventare naturalisti per un giorno e conoscere la natura della Serra insieme a due guide naturalistiche e agli asinelli del Rifugio.”Questo evento è uno dei nostri progetti speciali per il 2019, anno che segna i primi dieci anni di apertura ai visitatori del Rifugio degli Asinelli” spiegano gli organizzatori. “Uniremo rispetto per il territorio, apprendimento e, ovviamente, la compagnia unica degli asinelli, che ci accompagneranno durante l’esplorazione di boschi e campi”.
Gli asinelli saranno anche i protagonisti del Grooming Day, che avrà luogo sempre domenica 30 giugno nella sede del Rifugio, in via per Zubiena 62 a Sala Biellese (BI).



 Il BioBlitz
Il BioBlitz è un evento di educazione scientifica e naturalistica, che permette a chiunque di diventare “naturalista per un giorno” ricercando e classificando le forme di vita presenti in un dato territorio in un certo lasso di tempo.Si tratta di una forma di Citizen Science, dove tutti i partecipanti, “comuni” cittadini ed esperti, contribuiscono a monitorare la biodiversità e a condividere le scoperte attraverso l’App iNaturalist.
BioBlitz… asinino!
Il 30 giugno Il Rifugio ospiterà un BioBlitz… asinino: partendo dal centro (alle 8.30 e alle 14.30, massimo 60 iscritti per gruppo), le guide naturalistiche Margherita e Laracondurranno i partecipanti alla scoperta di piante e animali lungo il sentiero del Tagliafuoco, attorno a Sala Biellese. Ma non saranno soli: con loro ci saranno gli asinelli Bluto e Bandit.

Proprio come in una vera spedizione scientifica, ritrovamenti e scoperte durante la passeggiata verranno registrati e trasmessi alla banca dati di LifeWatch Italia – Università del Salento, partner scientifico dell’iniziativa, tramite l’App Inaturalist. Una volta validati, saranno condivisi nella pagina del progetto. Le informazioni raccolte aiuteranno la comunità scientifica a conoscere meglio le specie viventi presenti in questi luoghi speciali e, in futuro, permetteranno di capire come proteggere la biodiversità.
L’evento è gratuito e aperto a tutti: obbligatoria la prenotazione tramite il modulo sul sito del Rifugio degli Asinelli. Le iscrizioni saranno chiuse al raggiungimento di 120 partecipanti. Tutte le indicazioni (come vestirsi, cosa portare, come utilizzare l’App iNaturalist, …) sono presenti nell’InfoPack dell’iniziativa



Grooming Day

Domenica 30 giugno il Rifugio ospiterà anche il Grooming Daydalle 11 alle 12.30 e dalle 14 in poi sarà possibile entrare nei recinti e spazzolare gli asinelli, partecipare alle visite guidate e conoscere meglio il Rifugio grazie a banchetti e volontari.
Sarà possibile iscriversi alla sessione di grooming preferita direttamente qui al Rifugio, il giorno stesso dell’evento.
Raccomandiamo l’uso di abbigliamento comodo e adatto all’aperto; obbligatorie le scarpe chiuse per entrare nei recinti. I bambini sotto i 6 anni dovranno essere accompagnati da un adulto.
Durante il Grooming Day presenteremo anche il serious game interattivo elaborato insieme a LifeWatch Italia e Università del Salento: un modo simpatico e intelligente per mettere alla prova le conoscenze sul Rifugio e sugli asinelli.

Per tutte le informazioni sulla giornata è possibile visitare la pagina dell’evento (dove c’è anche il link per prenotare il cestino da pic-nic del Raggio Verde).


La Fondazione “Il Rifugio degli Asinelli ONLUS”  si occupa di salvare asini, muli e bardotti da casi di maltrattamento e abbandono, ovunque essi si trovino. Grazie al supporto di The Donkey Sanctuary, del quale è la base italiana, è sinora riuscita ad aiutare oltre 500 asini, molti dei quali vittime di violenza e abbandono, provenienti da tutta Italia e dall’estero (Romania, Svizzera, Francia e Grecia).
Agli asini vecchi e malati fornisce cure di alto livello nel centro di Sala Biellese (BI); agli asini giovani e sani offre la possibilità di venire affidati a famiglie in grado di garantire loro affetto e attenzioni. Alcuni asinelli, particolarmente predisposti al contatto con gli umani, sono inoltre preparati per aiutare bambini e adulti con bisogni speciali (attività assistite). Obiettivo importante della Fondazione è anche l’educazione al rispetto e alla conoscenza degli asinelli: vengono organizzate visite didattiche guidate del centro per scolaresche o gruppi e gli esperti del Rifugio sono sempre a disposizione per fornire informazioni e supporto. I responsabili del benessere indagano inoltre su casi di maltrattamento e abuso.