I Longobardi. Un popolo che cambia la storia

Dopo la fine dell’impero d’occidente, l’Italia, sotto il dominio dei goti, era rimasta il cuore economico, culturale e religioso dell’Europa grazie alla sua tradizione e al coinvolgimento delle aristocrazie romane nella gestione del potere. Il tentativo di Giustiniano di recuperare all’impero il mediterraneo occidentale si infrange, dopo vent’anni di guerra, a seguito dell’invasione dei longobardi. L’Italia perde la sua unità e si frammenta, oltre che politicamente, anche in una contrapposizione ideologica tra romani, cattolici e fedeli al papa di Roma, e conquistatori longobardi. Minoranza al potere, divisa tra ariani, cattolici e pagani, cercano di consolidarsi attraverso la creazione di una forte identità: nella gerarchia sociale (di liberi, aldii e servi), nelle sepolture, nei nomi dei luoghi, nella legislazione e nelle istituzioni. Questo volume offre una riflessione su questi temi, riflessione che ha un significato anche per l’Europa di oggi, caratterizzata, come allora, da processi migratori che ne mettono in discussione secolari equilibri sociali e culturali. Catalogo della mostra (Pavia, 1 settembre-3 dicembre 2017. Napoli, 15 dicembre 2017-26 marzo 2018. San Pietroburgo, aprile-luglio 2018).