I frutti dimenticati. Conoscere e cucinare prodotti antichi, insoliti e curiosi

Splendide illustrazioni, ispirate a quelle degli antichi erbari, aiutano a riconoscere gli insoliti frutti. I frutti dimenticati di Morello Pecchioli (Gribaudo), presenta una selezione di frutti antichi e spesso dimenticati che, fortunatamente, non sono introvabili: sono in vendita nei mercatini a km 0, possono essere acquistati direttamente sul luogo di produzione; in alcuni casi crescono spontaneamente in orti e giardini.

Più di 70 ricette con frutti “minori” che meritano di trovare posto sulla nostra tavola per la ricchezza di sapori che sono in grado di donare. Giuggiola, arancia staccia, mirabolano, sorba o sorbola, corbezzola, pera mandorlina, biricoccola… Per ogni frutto il libro fornisce indicazioni sul territorio di origine, sulla storia, sulle caratteristiche, sulle proprietà nutrizionali e sugli usi in cucina; molte ricette permetteranno di provare subito questi ingredienti: liquore al biancospino, budino di carruba, torta di corniole, ciliegie bianche fritte, carbonara con i fichi secchi, riso persiano, anatra in terracotta con melagrana, tartare di ricciola con nespole…

Morello Pecchioli è giornalista professionista. È stato caposervizio del giornale “L’Arena”, responsabile della redazione di Villafranca e delle pagine speciali “Gusto”, “Turismo”, “Week End”, “Salute e benessere”, “Motori”. Ha scritto Il Bianco di CustozaLa cantina sociale di NegrarIl rosto e l’alesso, la cucina veronese tra l’occupazione francese  e quella austriaca. Ha scritto altri libri di argomento storico ed enogastronomico. Collabora con le riviste dell’AIV “Vitae”, “Sommelier Veneto” e con la guida “Magnar Ben in Alpe Adria”. Dirige il blog Goloso&Curioso. Ha collaborato, con la direzione di Edoardo Raspelli, alla Guida l’Espresso. Ha vinto i premi “Cilento”, “Giornalista del Durello”, “Garda Hills”.