Hanno ucciso Yendi, la magistrata che difendeva le donne dall’orrore

Hanno ammazzato anche lei, senza pietà, hanno ucciso la paladina delle donne in Messico. La magistrata che indagava sui femminicidi nello Stato messicano di Veracruz, nell’est del Paese. Aveva 35 anni Yendi Guadalupe Torres Castellanos massacrata a colpi d’arma da fuoco. Era una donna coraggiosa e forte, alla guida dell’ufficio per i reati sessuali e i crimini contro la famiglia.

La polizia l’ha trovata senza vita all’interno della sua auto nella città di Panuco, colpita da diversi proiettili. Un assassinio “infame e vile”, ha commentato il governatore di Veracruz, Miguel Angel Yunes. Una fonte anonima ha riferito che sul luogo del crimine è stata rinvenuta una lettera di minacce contro alcuni esponenti della procura. Nello Stato orientale messicano si registra un alto tasso di violenza criminale legata al narcotraffico e un gran numero di vittime tra le donne, tanto che la settimana scorsa era stato diramata un’allerta per i continui attacchi. 1985 le vittime nel 2016; 1055 le morti tra gennaio e marzo 2017. Un terribile primato, certificato Ocse, che vuole il Paese al primo posto per violenze sessuali, con il 47% delle donne tra i 16 e i 70 anni vittime di abusi contro una media mondiale del 23,6%.

Fonte: TheGlobalist