Globe Theatre. Shakespeare sotto le stelle di Roma

ROMA – A distanza di 400 anni dalla morte di Wiliam Shakespeare, avvenuta il 23 aprile del 1616, il Silvano Toti Globe Theatre di Roma, unico teatro elisabettiano d’Italia, celebra questa ricorrenza presentando una stagione speciale.

L’impegno dell’Amministrazione Capitolina e della Fondazione Silvano Toti, insieme alla pronta e geniale intuizione del direttore artistico Gigi Proietti, hanno reso possibile la predisposizione di un calendario straordinario che privilegia i testi che il grande autore inglese non solo ambientò in Italia, ma che furono anche concepiti per esaltare i temi della giustizia e dell’esercizio della legge, entrambi sempre attuali.

In concomitanza con questa speciale occasione, per la prima volta Gigi Proietti calcherà le scene di Villa Borghese in veste di attore e presentando un omaggio a Shakespeare con brani da Edmund Kean  di Raymund FitzSimons, curandone anche adattamento e regia.

In cartellone nuovi allestimenti – Il mercante di Venezia di Loredana Scaramella e Il racconto d’inverno di Elena Sbardella. Tornano poi spettacoli cult delle passate stagioni: Sogno di una notte di mezza estate di Riccardo Cavallo, che festeggia quest’anno 10 anni di repliche e successi; Romeo e Giulietta con la regia di Gigi Proietti e il Re Lear di Giuseppe Dipasquale. Tornano anche la Bedouin Shakespeare Company e i Sonetti d’amore, un viaggio tra i più bei versi shakespeariani con la regia di Melania Giglio. Previsto infine il laboratorio per attori Macbeth. I contagiati dalla morte, a cura di Daniele Salvo.

Si parte il 23 giugno con Mariano Rigillo in Lear e si chiude il 9 ottobre con un nuovo spettacolo in lingua inglese, The Tempest con la regia di Chris Pickles, coprodotto dalla Bedouin Shakespeare Company.

Il Globe ricostruisce il Globe Theatre di Londra, il più famoso teatro del periodo elisabettiano, nel verde del parco di Villa Borghese. È stato realizzato dall’Amministrazione Capitolina nel 2003, con i finanziamenti della Fondazione Silvano Toti, sulla base di un’idea di Gigi Proietti. La pianta è circolare, la capienza di 1.206 posti distribuiti fra la  platea con posti in piedi e tre ordini di balconate che si affacciano in modo concentrico sul palcoscenico.

Anche quest’anno nelle sere di spettacolo sarà attivo, dalle 19 all’una di notte, il punto ristoro “Globar”.

SILVANO TOTI GLOBE THEATRE

Largo Aqua Felix (Piazza di Siena), Villa Borghese

Dal 23 giugno al 9 ottobre 2016

Info: http://www.globetheatreroma.com