Gigi Proietti festeggia i 76 anni: la carriera e i nuovi progetti. Di Alberto Bonfigli

Gigi Proietti ha festeggiato i suoi 76 anni in famiglia, a Roma, con la moglie Sagitta Alter e le figlie Carlotta e Susanna. Nato a Roma il 2 novembre 1940, è un attore, comico, regista, cantante e doppiatore italiano. Un grande e poliedrico artista, con un curriculum invidiabile. Ha una speciale formazione teatrale, per mezzo della quale tra la fine degli anni sessanta e i primi anni novanta ha raccolto un immane successo, recitando anche accanto a giganti del teatro come Carmelo Bene e Vittorio Gassman. Conosciuto per le sue doti di affabulatore e trasformista, Proietti ha raggiunto l’apice del successo cinematografico nel 1976 con il celebre Febbre da cavallo, dove interpreta lo scommettitore Mandrake, diventato un vero e proprio film di culto.

In campo televisivo ha sfondato conducendo numerosi programmi tra i più popolari di sempre, come Fantastico, Club ’92, Io a modo mio. Protagonista di molteplici fiction televisive di successo, indimenticabile ne Il maresciallo Rocca, una delle serie di maggior successo della televisione italiana, Proietti ha avuto anche esperienze come cantante, facendo parte del gruppo musicale Trio Melody, oltre che poeta e scrittore.

Irresistibilmente comico e graffiante quando racconta la sua romanità, è reduce dal grande successo della decima stagione da direttore dell’elisabettiano Globe Theatre di Villa Borghese (oltre 65 mila spettatori), dove per la prima volta l’estate scorsa sul palcoscenico ha interpretato l’Omaggio a Shakespeare tratto dall’Edmund Kean che Raymund Fitz Simons scrisse per Ben Kinglsey.

Tuttavia Gigi Proietti una prima festa di compleanno con il pubblico se la era già regalata con due giorni di anticipo: il 31 ottobre, con una notte di Halloween all’Auditorium Parco della musica di Roma, ancora sold-out per il suo Cavalli di battaglia. Un excursus nel suo repertorio, dai monologhi di A me gli occhi please al poeta Narciso Vanesio, accompagnato proprio dalle figlie e un’orchestra da 25 elementi. Nato come spettacolo-evento per i suoi 50 anni di carriera, lo show è arrivato già a 18 repliche e oltre 50mila spettatori. ”Se lo avessimo fatto in un giorno solo – ha scherzato più volte – avremmo riempito lo Stadio Olimpico. Il pubblico romano non mi ha mai tradito”. E il calendario per Cavalli di battaglia è destinato ad allungarsi ancora, con altre date già nei prossimi mesi.

E’ del 2013 il libro autobiografico Tutto sommato qualcosa mi ricordo dove, tra ricordi e aneddoti, Proietti ripercorre la sua storia personale e professionale intrecciando le gioie della vita e quelle del palco, con sullo sfondo la sua Roma, città eterna.

Ma l’appuntamento imperdibile sarà all’inizio del prossimo nuovo anno, con uno show televisivo che dovrebbe portarlo in prima serata su RAI 1 per tre sabato sera. Tra i progetti, poi, si parla anche di un ritorno sul set per una terza stagione della fiction Una pallottola nel cuore, ancora nei panni di Bruno Palmieri, giornalista di cronaca nera dalla memoria infallibile.

Alberto Bonfigli