Germania: cattedrale neoromanica abbattuta per fare posto a una miniera di carbone

In Germania nonostante le forti proteste, l’8 gennaio le ruspe hanno abbatto la cattedrale neoromanica, ex chiesa cattolica di San Lamberto a Immerath, nella regione della Renania. Anche gli ambientalisti di Greenpeace hanno provato in tutti i modo a fermare la distruzione, hanno scalato la facciata della basilica appendendo uno striscione con scritto «Chi distrugge la cultura, distrugge esseri umani, #StopCarbone», ma sono stati cacciati dalle Forze dell’Ordine e la ruspa è entrata in azione e inesorabile ha colpito con la durezza dell’acciaio il muro della Chiesa abbattendolo. Ma non era Trump l’unico che voleva continuare ad utilizzare il carbone? La cancelliera tedesca Merkel aveva promesso di rispettare l’obiettivo tedesco di riduzione del 40% delle emissioni di CO2 entro il 2020, ma come è possibile raggiungere questo obiettivo autorizzando un colosso come lRWE multinazionale dell’energia da 120 milioni di clienti in Europa e in Nord America ad allargare la sua gigantesca miniera di lignite e inaugurarne nuovi depositi? Le foto e il video della demolizione sono strazianti, uno sfregio all’architettura e alla cultura.