Festival del cinema di Brescello, al via la XIV edizione

BRESCELLO – Continua il feeling tra il cinema e il paese di Brescello che per oltre 15 anni (dal 1951 al 1965) è stato il set della saga dei film di “Don Camillo” e che gli organizzatori della rassegna cinematografica hanno voluto celebrare con il Festival del Cinema a partire dal 2002.

brescello

Quest’anno il Festival si svolgerà dal 23 al 26 giugno. Di seguito il programma completo:

Giovedi 23

Ore 21,30 – Apertura del festival, ricordo con la proiezione di un filmato, del critico cinematografico Morando Morandini da sempre presidente del Festival del Cinema di Brescello.

Ore 21,45 – Proiezione del docufilm: Antonio Ligabue, l’Uomo di Ezio Aldoni

Saranno presenti il regista Ezio Aldoni, Flavio Bucci interprete di Ligabue nel film di Salvatore Nocita 1975, l’attore gualtierese Armando Avanzi che interpreta Ligabue nel docufilm, Beppe Carletti (Nomadi) e Roberto Guerra autori della colonna sonora originale ed alcuni figuranti che hanno partecipato alla realiz­zazione del film.

Modera la serata il direttore della rivista L’Argine Maestro, Daniele Daolio.

La vita drammatica e affascinante di Antonio Ligabue ricreata attra­verso le testimonianze dirette di chi l’ha conosciuto e dalle ricostru­zioni cinematografiche che impre­ziosiscono quest’opera. La sua arte, ma soprattutto le emo­zioni, le vicissitudini, gli amori di un uomo divenuto un mito nella “bas­sa” del 900. Dall’infanzia in Svizzera, alla vita selvaggia nella golena del Po, all’impatto con la “bassa reggiana” e con la gente di Gualtieri, fino al successo e all’eredità umana e arti­stica lasciata ai posteri, rivivono in questo docu-film.

Venerdi 24

Ore 21,30 – Serata dedicata all’attore Flavio Bucci.

Proiezione di un filmato sulla carriera artistica di Flavio Bucci a cura di Marco Incerti Zambelli.

Modera la serata il prof. Marco Incerti Zambelli della direzione artistica del festival che intervis­terà l’attore Falvio Bucci.

A seguire la proieziond del film La proprietà non è più un furto di E. Petri (1973) che vede Flavio Bucci protagonista.

Total, giovane impiegato di banca, odia profondamente il de­naro e chi ne possiede. Convinto che la ricchezza sia il frutto di illeciti a danno del pros­simo, si rifiuta persino di toccare le banconote a mani nude. Quando cono­sce un volgare macellaio, lo assume come simbolo da punire per migliorare la società. Lo deruba progres­sivamente del coltello, dei gioielli, dell’automobile, infine dell’amante. Ma pa­gherà con lo vita

Sabato 25

 ore 21,00 – Serata dedicata al personaggio di Don Camillo e il clero: presentazione del libro, Il vero volto di Don Camillo di Fulvio Fulvi, seguirà un dibattito con don Evandro Gherardi (parroco di Brescello), don Maurizio Viviani (parroco di San Fermo e direttore del Museo Diocesano di Verona).

Modera la serata il giornalista Gabriele Maestri.

Ore 21,30 – Proiezione del quarto film “Don Camillo Monsignore ma non troppo” di Carmine Gallone a 55 anni dall’uscita nelle sale.

Sull’identificazione tra attore e per­sonaggio sono stati spesi fiumi di inchiostro, ma in questo caso realtà e finzione si sono come fuse in un’u­nica identità, difficilmente distingu­ibile. Eppure Fernand Joseph Désiré Contandin, questo il nome intero del protagonista del presente libro, è stato come uomo, marito e padre, ma anche come attore, molto altro rispetto al prete burbero ma santo che la saga guareschiana gli ha cuci­to addosso rendendo insieme imperitura la sua fama.

Domenica 26

 ore 18,30 – Presentazione del libro “Ai con­fini del buio” di Alberto Morsiani (direttore dell’Associazione Circuito Cinema di Modena) sulla regista statunitense Kathryn Bigelow.

ore 21,30 – speciale SKY cinema con la proiezione del promo, “in fondo al bosco” di Stefano Lodovichi introduce Fausto Ga­losi.

21,50 – Natura, territorio e pesca sportiva con SKY Pesca.

Interverranno: il direttore di “Pesca dott. Matteo de Falco, il regista Valerio Morini, il direttore dell’Acquario del Po Vitaliano Daolio.

Modera la serata il direttore della rivista l’Argine Maestro Daniele Daolio.

22,30 – Proiezione di una puntata “l’ospite col cucchiaino” con la regia di Valerio Morini girata a Brescello l’autunno scorso con la partecipazione del fishing team brescellese “Saccaggio”, saran­no presenti i figuranti di Peppone e Don Camillo Giulio Bersellini e Abdon Boni ed alcuni membri della “Saccaggio FT”.

A seguire proiezione del documentario, Viverci del regista Giovanni Martinelli della direzione artistica del festival.

Direzione artistica: Marco Incerti Zambelli – Paolo Vecchi

Giovanni Martinelli – Ezio Aldoni

Direttore: Virginio Dall’Aglio

Tutte le sere si cenerà in piazza con piatti tipici della tradizione locale