Dalla parte del torto. Avvocati di strada a Genova (G8 2001)

Come ho già scritto, quello che è successo a Genova nei giorni e nelle notti in cui si è svolto il G8 nel luglio del 2001, è stato ed è pericoloso anche per chi a Genova non c’era. Nel mese del 15° anniversario di quel vertice pubblichiamo e consigliamo una serie di libri che vale la pena leggere.

Paola Settimini

Dalla parte del torto. Avvocati di strada a Genova (Fratelli Frilli Editori) a cura del Genoa Legal Forum, un gruppo di avvocati costituitosi durante i giorni del G8, a seguito di un appello dei Giuristi Democratici per la tutela dei diritti dei manifestanti. Gli avvocati, indossando una maglietta simbolo, scesero in strada: non a cercare clienti ma a rappresentare la legalità. Scopo delle testimonianze e delle analisi raccolte in questo libro è raccontare, nella maggioranza dei casi, la sorpresa e la rabbia nel realizzare che i diritti non sono poi così “reali”, ma molto “virtuali”.

Genova, luglio 2001, spartiacque per la democrazia e le professioni.

g8Diversi da chi e da cosa? Potrebbe essere questa la domanda che accompagna (e accompagnerà) per molto tempo ancora le discussioni e i confronti sul prima, durante e dopo G8. Il luglio 2001, con i “segnali napoletani” del marzo precedente (governi diversi, mezzi di intervento uguali) credo potrà essere ricordato come uno spartiacque per la democrazia e le professioni. Professioni, come quella dell’avvocato, che si sono riscoperte “diverse”. Come quella dei giornalisti che hanno visto “in strada” rinascere la voglia dell’informazione militante.

Dalla prefazione di Marcello Zinola