Dal cuore della tenebra all’apocalisse. Francis Ford Coppola legge Joseph Conrad

Un serrato “corpo a corpo” tra un capolavoro indiscusso della letteratura inglese del Novecento, il conradiano Cuore di tenebra, e Apocalypse Now, il film-monstre di Coppola. La follia della guerra e gli aspetti più turpi del colonialismo, la discesa agli inferi nel cuore nero dell’uomo e della civiltà. Temi fondamentali e sempre attuali, che però non esauriscono le ragioni di questo ulteriore lavoro su due delle opere cardine del secolo appena passato.

Voci diverse, provenienti da ambiti disciplinari molteplici (dagli studi letterari alla comparatistica, dalla storia agli studi sul cinema, dalla psicoanalisi alla filosofia), si rincorrono e si interrogano, in questo libro, sulla forza e sul senso plurimo dell’incontro della scrittura personale e altra di Conrad con il cinema visionario e destabilizzante di Coppola. Ne emerge un quadro complesso e articolato, in cui in gioco non sta la lettura di una trasposizione cinematografica di un capolavoro letterario, ma il rapporto aperto e conflittuale tra immagine e scrittura, tra storia e mito, tra il desiderio di potere e l’indagine sui limiti dell’umano. Un rapporto che è, ancora oggi, drammaticamente attuale.

Dal cuore della tenebra all’apocalisse. Francis Ford Coppola legge Joseph Conrad (Rubbettino Editore)

A cura di Luigi Cimmino, Daniele Dottorini, Giorgio Pangaro