Cuba, in migliaia per l’ultimo saluto a Fidel Castro

“Fidel non è morto perché i popoli non muoiono e ancora meno quelli che lottano per la propria liberazione. Fidel non è morto perché le idee non muoiono”

Evo Morales

Dopo tre giorni di viaggio iniziato all’Avana e l’ultima notte nella città di Bayano, le ceneri del Lider Maximo racchiuse in un’urna di cedro avvolta nella bandiera cubana hanno percorso ieri i 130 chilometri restanti fino a Santiago de Cuba, seconda città del paese e culla della rivoluzione cubana. Ad attendere il corteo migliaia di persone che scandivano come sempre in questi giorni di lutto nazionale “Yo soy Fidel”.

http://video.repubblica.it/dossier/morto-fidel-castro/cuba-le-ceneri-di-fidel-castro-arrivano-a-santiago/261473/261800?refresh_ce

Anche Diego Armando Maradona è giunto a Cuba per partecipare alle celebrazioni dei funerali di Fidel Castro. La leggenda del calcio argentino, intervistato a L’Avana dalla tv di Stato, ha usato parole piene di commozione per ricordare il Líder Máximo. “Sono qui per stare con il mio secondo padre”.

http://http://video.repubblica.it/dossier/morto-fidel-castro/cuba-maradona-qui-per-onorare-una-leggenda/261434/261761?ref=vd-auto&cnt=1