Criminali di guerra in libertà. Un accordo segreto tra Italia e Germania federale, 1949-1955

Nel 1950 un accordo segreto tra Italia e Germania federale permise la scarcerazione dei criminali di guerra tedeschi in Italia. Attraverso il ricorso ad una documentazione quasi del tutto inedita, il volume ricostruisce le modalità di questo accordo, ma anche le responsabilità del Vaticano e del governo americano. Si mostra così come i processi “negati” e la liberazione di personaggi con alle spalle gravi responsabilità non siano stati il prodotto della “negligenza” di magistrati militari italiani, ma il risultato di una scelta politica che ha precise responsabilità.

Criminali di guerra in libertà. Un accordo segreto tra Italia e Germania federale, 1949-1955

di Filippo Focardi, prefazione di Lutz Klinkhammer

Editore: Carocci
Collana: Saggi
Anno edizione: 2008