CONTAMINAZIONI DIGITALI Festival Urbano Multimediale

Contaminazioni Digitali il festival che fa dialogare arte, musica, e nuove tecnologie riflettendo sulla contemporaneità inizia il secondo week-end di eventi ad Artegna (UD). Un dialogo continuo alla ricerca di un equilibrio tra approfondimento, divertimento e sperimentazione. Questa è l’essenza del festival urbano multimediale che per la sua seconda edizione, promosso dal Comune di Cormons in collaborazione con quello di Artegna, organizzato dall’Associazione Quarantasettezeroquattro, finanziato dalla Regione FVG e dalla Camera di Commercio della Venezia Giulia ha chiamato in regione artisti, esperti, giornalisti, videoartisti e musicisti per riflettere su uno dei temi più dibattuti degli ultimi mesi: «Spettacoli multimediali, concerti, performance teatrali, reading e workshop, affronteranno il tema delle “false notizie” proponendo diversi approcci e interpretazioni» racconta Alessandro Cattunar, uno dei direttori artistici del festival «a partire dalle leggende metropolitane e dai  grandi inganni mediatici del passato – si pensi a Orson Welles e alla sua radiocronaca del finto sbarco degli alieni – per arrivare alle più recenti tecniche di fact checking formulate per smontare le bufale sul web». E nel mezzo: riflessioni, narrazioni, spettacoli che pongono al centro il significato delle parole “vero” e “falso”; le buone e cattive pratiche di comunicazione sul web, sui social network, sui giornali e in televisione; i meccanismi di costruzione del consenso e dell’odio. Ma anche i più eclatanti casi di notizie prese per vere dai grandi quotidiani, le divertenti incursioni satiriche e politicamente scorrette di Lercio, le suggestioni offerte da videomapping e concerti multimediali in cui flussi di comunicazione, tweet e messaggi facebook diventano materiale grezzo per vere e proprie opere d’arte visiva.

Un contributo importante alla riflessione sulla società contemporanea sarà fornito venerdì 6 luglio da GAD LERNER che, prendendo spunto dall’ottantesimo anniversario dell’adozione delle leggi razziali in Italia, ragionerà sui meccanismi politici e mediatici che portano alla discriminazione dei “diversi”.

Dopo Cormons, torna anche ad Artegna GABRIELA JACOMELLA, già giornalista del Corriere della sera ed esperta di Fake News che  in occasione del festival propone venerdì 6 luglio lo spettacolo multimediale NOT/FAKE una narrazione in cui parole, immagini televisive, materiali d’archivio e le bufale più svariate, si mescolano in una intrigante lezione-spettacolo multimediale.

E poi le proposte musicali con il progetto Sci-Fi Jazz – Fakeland, con Rosa Brunello al contrabbasso, Gioele Pagliaccia alle percussioni, Michele Polga al sassofono e Gigi Funcis Dalle Carbonare al live triggering e alle proiezioni.

Ma durante il week-end si parla anche del territorio con due momenti di discussione sul vino, dedicato venerdì al Picolit e sabato ai vini della Doc Friuli Colli Orientali.

Sabato 7 è anche la giornata di LERCIO ospite in due momenti diversi tutti da ridere, il primo alle 19:00 e il secondo alle 21:15.

Per tutto il week-end inoltre piazzetta Cragnolini proietta una selezione di cortometraggi tratta dalla 19. edizione di ShorTS International Film Festival ancora in corso.

Gli incontri si tengono in piazza Marnico e sono a entrata libera. il programma completo con laboratori e altri momenti di svago per bambini su www.invisiblecities.eu.