Collodi e il Parco di Pinocchio

Collodi… dove c’erano una volta: un bambino che diventò scrittore, un castello che diventò una villa, una boscaglia che diventò un giardino, un pezzo di legno che diventò un bambino, un libro che diventò un parco. C’erano una volta e ci sono ancora.

Collodi, antico borgo sulle colline della Toscana, famoso grazie a Carlo Collodi, l’autore delle Avventure di Pinocchio, il libro più famoso e amato del mondo. Il Collodi (Carlo Lorenzini) prese il nome del paese a ricordo dei begli anni trascorsi qui, presso la famiglia della madre.

I visitatori rivivono la fiaba nel Parco di Pinocchio, possono tuffarsi nel fascino misterioso del ‘700 nello Storico Giardino Garzoni, stupirsi vivendo l’ambiente tropicale popolato di farfalle in volo tra piante lussureggianti, nel cristallo della Collodi Butterfly House. Una vera gita da fiaba.

Nel Parco di Pinocchio sculture, mosaici e architetture immerse nel verde fanno riscoprire la fiaba del burattino, insieme alla Biblioteca Virtuale, alle mostre d’illustrazione e d’arte, alle antiche giostre, alle animazioni e ai laboratori.

Lo Storico Giardino Garzoni è un incantesimo che vive ancora oggi, un monumento al gusto artistico e al ben vivere, all’acqua, al verde, ai fiori, con scenografie straordinarie adorne di statue. Restaurato accuratamente nel 2003, stupisce con la sua magnificenza.

La Collodi Butterfly House, in un’architettura di pietra e cristallo, ricrea con piante e fiori un’autentica foresta tropicale, dove grandi farfalle colorate schiudono ogni giorno le loro ali dalle crisalidi e volano libere, si nutrono e si riproducono.

Nel Parco di Pinocchio si trovano anche due percorsi avventura: Vola sul Fiume e La Nave Corsara. Un ampliamento giocoso a disposizione gratuita di tutti i visitatori. Un’emozione intensa nella massima sicurezza: da una sponda all’altra del fiume si volerà prima su un ponte tibetano, poi passando da un albero all’altro su assi d’equilibrio, attraverso una botte e poi su tronchi e tavole in un crescendo di difficoltà che finirà con il ritorno nel Parco con un’emozionante tirolese, sospesi nel vuoto sopra il fiume! E poi sulla Nave Corsara tra i pennoni di un veliero immaginario sopra ponti che farebbero tremare i Pirati! I giovani visitatori del Parco, oltre i 5 anni e da un metro a 150 cm di altezza, potranno divertirsi sui due percorsi nella massima sicurezza, imbragati dal personale specializzato nell’assistenza e tenuti ad un cavo di acciaio continuo che elimina ogni rischio.