Buoni esempi: a Cremona iniziati i lavori del “Bosco dei nuovi nati”

CREMONA – A Cremona sono iniziati i lavori di realizzazione del Bosco dei nuovi nati in via Bredina. Nei giorni scorsi l’assessore all’Ambiente Alessia Manfredini ha effettuato un sopralluogo con alcuni rappresentati del Comitato di quartiere 3, Giancarlo Allegri e Davide Soregaroli accompagnata dal tecnico Enrico Manfredi delle Serre Comunali.

Scopo dell’incontro di oggi, condividere le prossime fasi operative per la realizzazione del bosco alla luce del crono programma convenuto nei giorni scorsi con Francesco Sarzi Sartori del Consorzio Forestale Padano, ente che realizza l’intervento.

Dopo le rampe già realizzate, la prossima settimana i lavori entreranno nel vivo con l’eradicazione di alcune essenze di scarso pregio (pioppi neri, ailantus, aceri negundi e robinia) con problemi di stabilità, mentre, come previsto nel progetto, saranno salvaguardati sambuco, noci, platani, salici, olmo che faranno parte integrante del parco.

Le varie fasi del progetto saranno seguite in stretto contatto con il Comitato di Quartiere e l’assessore alla Vivibilità Sociale Rosita Viola. Sono previsti inoltre momenti informativi con i residenti, molto interessati a questo intervento che va a riqualificare un’area verde sino ad ora non utilizzata.

Inizia quindi il percorso per l’inaugurazione del Bosco dei nuovi nati che culminerà nella giornata nazionale degli alberi, in programma a novembre, in cui verranno posizionati circa 500 essenze, una pianta per ogni bambino nato o adottato in città nell’anno 2016, come indicato nella legge nazionale che obbliga dal 2013 i Comuni sopra i 15.000 abitanti a piantare un albero per ogni bambino.

Le essenze messe a dimora nell’area di via Bredina saranno autoctone, in particolare: acero, betulla, carpino bianco, ciliegio, farnia, frassino maggiore, frassino ossifillo, olmo, ontano nero, pado, pioppo bianco, tremolo e nero, platano comune, rovere, salice bianco e tiglio. Verrà inoltre creato un percorso pedonale, saranno realizzate rampe pedonali e zone specifiche per ogni essenza piantata.