Ad aprile Livorno diventa il centro cinefilo e letterario della paura

LIVORNO – «Si può facilmente dimostrare che il senso dell’orrore ha sempre accompagnato l’uomo lungo la propria storia come un inevitabile corollario dell’umanissima e archetipale paura dell’ignoto, differenziando i suoi temi e gli oggetti della paura in accordo con il diverso contesto culturale che lo ospitava».

Questo scriveva Gianni Montanari nel 1979 nell’introduzione a un’antologia di racconti horror.

Le paure filmate e scritte saranno le protagoniste della sesta edizione del Fi-Pi-Li Horror Festival di Livorno che si terrà ad aprile e i bandi dei concorsi abbinati alla kermesse sono stati pubblicati assieme ai nomi dei giurati.

Il concorso video, con scadenza fissata al 5 marzo 2017 e riservato ai cortometraggi di durata non superiore ai 20 minuti, avrà due sezioni: la categoria horror e thriller e la categoria fantascienza e fantastico nonché la possibilità di essere premiati anche per il miglior soggetto e la migliore interpretazione.

Ci sarà anche una sezione riservata alle opere internazionali.

Per il concorso letterario La paura fa 90 (righe), anch’esso con la medesima data di scadenza, vale il limite massimo delle 90 righe per i racconti e quello delle 90 parole per le poesie.

La giuria dei concorsi video potrà contare sull’appoggio dei Manetti Bros, i cineasti tricolore con l’immaginario più pop, di Filippo Mazzarella, penna critica di FilmTv, Duels e redattore del Dizionario dei Film Il Mereghetti, del critico-videotecaro Federico Frusciante, di Valentina D’Amico, redattrice e inviata ai festival per Movieplayer.it e di Fabio Canessa, inviato del Il Tirreno ai festival più importanti del panorama nazionale ed internazionale.

La giuria dei concorsi letterari vedrà la partecipazione del giallista Maurizio De Giovanni, creatore dell’ispettore Ricciardi e de I bastardi di Pizzofalcone da cui è stata prodotta una fiction con Alessandro Gassman, di Cecilia Scerbanenco, traduttrice e fondatrice degli Archivi Scerbanenco, del giornalista Paolo Morelli, premio Satira Politica Forte Dei Marmi 2013 e di Valerio Nardoni, ispanista, docente di scrittura creativa e direttore della sezione straniera del Premio Ciampi.

Per ulteriori informazioni, è possibile leggere i testi integrali dei bandi su www.fipilihorrofestival.it o contattare gli organizzatori sia sulla pagina Facebook “Fi-Pi-Li Horror Festival”, sia telefonicamente ai numeri 339-5781493 e 328-7372627.

Da sei anni la manifestazione che porta la firma del Teatro della Cipolla e che può vantare la collaborazione del Comune di Livorno e della Scuola Carver, è riuscita ad attirare nella cittadina labronica grandi nomi del cinema italiano come Pupi Avati, Lamberto Bava, Ruggero Deodato, i Manetti Bros; è riuscita ad intervistare George A. Romero durante il Lucca Film Festival 2016 e ha coinvolto scrittori come Massimo Carlotto, Giampaolo Simi, Roberto Riccardi e Valter Casotto. Edizione dopo edizione il Fi-Pi-Li Horror Festival di Livorno ha visto crescere la partecipazione ai concorsi video e letterari.

Infatti contando le prime cinque edizioni del festival, sono stati in media ben 500 i cortometraggi e più di 600 gli elaborati letterari a pervenire alla segreteria; gran parte provenienti dall’Italia ma con sorprese internazionali da Francia, Germania, Stati Uniti e Australia. Per questo motivo il concorso video dell’edizione 2017 del Fi-Pi-Li Horror Festival si sdoppia: ci sarà un premio per i cortometraggi italiani e uno per quelli internazionali.