A Ismail Kadare il Nonino 2018

A Ismail Kadare il Nonino 2018

Fonte: L’espresso

Il romanziere albanese Ismail Kadare, il filosofo Giorgio Agamben e il progetto benefico internazionale “P(our)” sono i vincitori dei premi Nonino di quest’anno.
Ismail Kadare è il vincitore dell’edizione 2018 del Premio Internazionale Nonino, e destinato a grandi personaggi della cultura mondiale da una giuria presieduta dal Nobel V.S. Naipaul e dove siedono, tra gli altri, Claudio Magris, Edgar Morin, Ermanno Olmi e Peter Brook.

Kadare, innamorato e critico del suo popolo, tra realtà storiche e leggende, che rievocano grandezze e tragedie del passato balcanico e ottomano, ha creato grandi narrazioni. Esule a Parigi dal tempo della dittatura «per non offrire i suoi servigi alla tirannide», ha fatto della tolleranza religiosa uno dei cardini della sua opera.
Il premio Nonino 2018 a “un maestro del nostro tempo” è stato invece assegnato al filosofo Giorgio Agamben, creatore del concetto di “Homo Sacer”, essere umano la cui vita è sacra.Nei suoi studi traccia un’evoluzione, da un uomo antico che “poteva” a un uomo moderno che “vuole”, e si pone al di sopra sia delle leggi umane sia di quelle divine, aprendo la strada a un’età di olocausti.

E’ stato inoltre assegnato il Nonino “Risit d’Aur” (Barbatella d’oro), che ogni anno premia personaggi e iniziative che hanno l’obiettivo di preservare i territori e la biodiversità. Quest’anno va al progetto benefico internazionale “P(our)” fondato nel 2016 da Alex Kratena, Ryan Chetiyawardana, Jim Meehan, Simone Caporale, Monica Berg, Joerg Meyer e Xavier Padovani, che si pone l’obiettivo di creare una comunità globale di bartender, baristi, sommelier, birrai, distillatori e produttori di vino che possa stimolare e reinventare il mondo del beverage attraverso nuove idee, conoscenze, ispirazioni, esperienze, valori. Il loro progetto più significativo è PourProject Progetto Amazzonia, ideato per salvare l’Ajè Negro, una salsa fermentata di manioca amara, frutto di una cultura millenaria preparata dalle tribù indigene della Foresta fluviale amazzonica.